Abbattimento delle barriere architettoniche: un ascensore panoramico per raggiungere il Lungomare del Casale

Poseidone articolo

BRINDISI – Un ascensore panoramico per raggiungere la motobarca o anche solo per fare una passeggiata sul lungomare del Casale nei pressi del piazzale al monumento al marinaio o al villaggio pescatori. L’assessorato ai Lavori Pubblici, diretto da Tiziana Brigante, ha avviato i lavori per la l’abbattimento del muro e la realizzazione di un ascensore in vetro in via Marco Valerio al quartiere Casale. Nella zona sarà realizzata un ringhiera, un giardino pensile e un ascensore panoramico. Si tratta della via parallela a quella in cui si trova la scalinata per raggiungere la fermata della motobarca. I lavori rientrano nelle attività finanziate dal Comune per l’abbattimento delle barriere architettoniche, affinchè mamme con passeggino e persone diversamente abili possano raggiungere il facilmente questi. “Sono già partiti i lavori per la sbancamento – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Tiziana Brigante – entro novembre sarà tutto pronto. Un intervento per rendere più accessibile questa zona a chi ha difficoltà motorie e non solo”.

BrindisiOggi

4 Commenti

  1. Si può tranquillamente scendere senza problemi dalle scalinata senza barriere….. stiamo distruggendo la storia …

    • Sicuramente avranno invitato alla gara le solite ditte, amici degli amici, perché fino ad oggi non se ne è saputo nulla… Adesso si parla già di avvio dei lavori, per tanto si Lascia intendere che i giochi siano già fatti…. Come al solito senza parole!!!

  2. Si, con un montascale che il giorno stesso te lo distruggono.Ma per piacere! E quale storia dovrebbe andare distrutta. Ringraziamo Dio che almeno stanno realizzando questo ascensore. Sono due epoche che il Casale attende un collegamento che non siano solo
    scale.

  3. ..e il “ponte dei sospiri” in via del mare progettato e realizzato dalle menti dei tecnici comunali? Lì si che occorreva una scala mobile o un ascensore! Al casale il lungomare si può raggiungere in macchina!
    Non solo i tecnici sono delle ( per dirla come Sgarbi) capre, ma ora collaborano anche le menti politiche…poveri noi!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*