Accordo Enel- Comune, domani l’accensione del nuovo impianto di illuminazione al Cillarese

Poseidone articolo

BRINDISI- Le convenzioni tra Comune ed Enel non sono mai state firmate dai precedenti governi cittadini. Tira e molla tra richieste e rifiuti. Scontri politici che non hanno mai portato a regolamentare i rapporti tra la società energetica e la comunità. Alla fine un accordo è arrivato sotto la gestione commissariale, un accordo che Enel ha inserito nel suo piano della sostenibilità di Brindisi in sono previsti in tutto due interventi l’illuminazione del parco Cillarese e della strada provinciale 41.  A tal proposito  domani 17 aprile, alle ore 19, presso la piazzetta del parco giochi, si terrà la prima accensione del rinnovato impianto di illuminazione del Parco del Cillarese di Brindisi. “L’opera si inserisce nell’ambito del più ampio piano di Sostenibilità di Enel per la Città di Brindisi”, si legge in una nota diffusa dalla società energetica.

All’evento prenderanno parte il Commissario Prefettizio Santi Giuffrè, rappresentanti di Enel, del mondo dell’imprenditoria e dell’associazionismo brindisino.

Quando fu annunciato il piano Enel ha fatto sapere inoltre di aver inserito  anche iniziative rivolte alle  fasce sociali: come quelle per anziani con Enel Cuore,  e percorsi didattici anche attraverso l’ammodernamento degli edifici scolastici (progetto “Fare Scuola”). Programmi di inclusione sociale attraverso percorsi di integrazione socio lavorativa dei detenuti della Casa Circondariale di Brindisi, in collaborazione con ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili). Incontri organizzati con ANSE (Associazione Nazionale Seniores Enel) e le associazioni del terzo settore per favorire la conoscenza delle opportunità e agevolazioni nel settore energetico a favore degli anziani, delle persone disabili e delle famiglie in difficoltà economica. E ancora offerte commerciali per la fornitura di energia elettrica dedicate alle fasce più deboli.

BrindisiOggi

mesagnericettedifamiglia.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*