Bbc e Luperti contro il gasdotto: “Giuffrè blocchi il via libera”

BRINDISI- Il commissario straordinario Giuffrè autorizza il passaggio di Tap nel territorio di Brindisi e alcune forze politiche chiedono un passo indietro. Brindisi Bene Comune chiede al commissario di allearsi con i comuni che si stanno battendo contro questo impianto. “Il nostro territorio ha già visto troppe scelte calate dall’alto e non condivise dalle popolazioni- scrivono da Bbc- chiederemo quindi un incontro urgente al Commissario per esporre le nostre contrarietà al progetto e per invitarlo ad esprimere un parere negativo”.

Sull’argomento è intervenuto anche l’ex consigliere comunale ed ex assessore all’Urbanistica, Lino Luperti che sollecita il commissario a rispettare il no al gasdotto espresso dal consiglio comunale. “Chi è chiamato a governare la cosa pubblica di una città, sia pure con ampi poteri decisionali- scrive Luperti- ha l’obbligo di non calpestare la volontà della popolazione dello stesso comune. E la stessa sulla TAP ha già detto con chiarezza come la pensa, con un deliberato di Consiglio Comunale, durante la consiliatura Consales, che dice un “NO” chiaro e netto alla TAP.”

Luperti precisa che l’attraverso non è la stessa cosa dell’approdo del metanodotto sulle nostre coste, ma sarebbe opportuno, secondo l’ex consigliere, che il commissario chieda un rinvio di questa decisione per consentire che a decidere siano i prossimi amministratori, eletti democraticamente dal popolo brindisino. “Se questo non sarà possibile- aggiunge- allora convochi il mondo associativo, le forze politiche e le organizzazioni sindacali per capire cosa pensano e cosa vogliono i brindisini.  Un esercizio corretto del mandato commissariale comporta che si assumano decisioni il cui effetto deve valere nell’immediato e non riverberarsi per anni o decenni sulla vita di Brindisi e dei brindisini.”
BrindisiOggi

https://www.caffepagato.com

2 Commenti

  1. Fossi in Luperti imparerei a tacere.
    Un gasdotto non ha ripercussioni sul terreno… è gas naturale proveniente dal sottosuolo. Parliamo di linee brevi oltretutto…in questo tipo di impianti vengono usati strumenti che danno determinate sicurezze di impianto e normalmente possono essere SIL2 o SIL3. vogliamo dire che è inquinante? Bene allora spegnimento le caldaie di tutte le case. Vogliamo dire che è pericoloso? Bene… non vedo dove sia la differenza con le caldaie installate negli appartamenti. Cittadini di Brindisi, ambientalisti e non, non fatevi abbindolare dalle chiacchiere di tutti i politici, in cerca solo di approvazioni,documentatevi… internet è un mezzo potente e può fornire informazioni utili a tutti, con un giusto utilizzo. Ma Signori miei… forse a noi vanno bene centrali a carbone e basta. A dubai si fanno impianti solari nell’ordine di centinaia di MW. In altri stati si usa il gas che viene pompato da apposite macchine, queste macchine generano condensato che viene rivenduto e gas in pressione atto ad alimentare turbine che generano energia elettrica. Se ci sono problemi in impianto, il gas si manda in una fiaccola… ma vi chiedo… il fornello che abbiamo in casa… una volta in funzione ha forse effetti inquinanti nei nostri immobili? Se è così allora non usiamo nemmeno più i fornelli. A voi le dovute considerazioni.

    Ah… brindisi e provincia primeggiano per disoccupazione. Non sarebbe il caso di avere contestualmente qualche nuova assunzione?

  2. A volte parlano per dimostrare che esistono;a volte parlano per garantire gli interessi di interposte persone;a volte parlano per dire il contrario di quello che dice l’avversario politico per opportunistismo politico.Quando interloquiscono con i beoti elettori?In campagna preelettorale.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*