Blatte e strade sporche, De Punzio: “Il Comune intervenga, altrimenti si passerà alle vie legali”

Poseidone articolo

BRINDISI- Blatte, zanzare e strade sporche, il commissario cittadino di Fratelli D’Italia, Sabrina De Punzio lancia l’allarme e scrive all’amministrazione comunale. Parla di situazione di emergenza e di potenziale precarietà igienico – sanitaria, Sabrina De Punzio,che con una lettera indirizzata al sindaco di Brindisi e all’assessore comunale all’Ambiente descrive lo stato di precarietà igienica in cui versa la città.

“In data 22 luglio  sono state effettuate diverse segnalazioni presso l’Ufficio Igiene del Comune di Brindisi, presso le segreterie della Direzione Generale, Sanitaria e del Dipartimento Prevenzione ASL Brindisi, nonché presso il centralino della Polizia Locale, per una invasione di blatte presso il quartiere Casale, invasione che, comunque, riguarda tutti i quartieri/rioni della città- spiega la De Punzio- Una corretta gestione della igiene urbana impone diversi e preventivi interventi di deblattizzazione, in quanto è notorio che le blatte, se presenti in numero eccessivo, fungono da vettore per svariati microrganismi patogeni ed altri parassiti pericolosi per l’uomo e per gli animali”.

“Questo fenomeno, congiuntamente alla presenza massiccia di zanzare, di verde spontaneo, che ha superato di gran lunga i limiti della tollerabilità e della pubblica decenza, della assenza di lavaggi delle strade, in costanza di temperature alte, potrebbe costituire grave pericolo di carattere igienico – sanitario per la salute pubblica- aggiunge ancora il commissario cittadino di Fratelli D’Italia- Gli interventi innanzi illustrati dovrebbero rivestire carattere preventivo, al fine di evitare il verificarsi di tali accadimenti e non quello della urgenza, consuetudine quest’ultima oramai radicata in città”.

Alla luce di questo la De Punzio “chiede agli organi competenti di provvedere ad effettuare interventi urgenti e mirati, atti a debellare il fenomeno diffuso e incontrollato delle blatte e delle zanzare; di provvedere ai lavaggi delle strade; ad eliminare il verde spontaneo, procedendo parallelamente al taglio ed alla raccolta dello stesso, in difetto, stante il carattere della urgenza e della potenziale precarietà igienico – sanitaria, si adiranno le competenti autorità giudiziarie, al fine di rilevare ed accertare le responsabilità de quibus”.

BrindisiOggi

3 Commenti

  1. Purtroppo è un problema di ogni anno quello delle blatte,e purtroppo gli interventi che sono stati fatti sono stati inconcludenti e fatti male!Con l augurio che ciò arrivi a chi di dovere

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*