Tutto bloccato per 40 giorni, troppi consiglieri regionali candidati e il consiglio riprende il 9 marzo

BARI- Troppi candidati in Parlamento e il consiglio regionale sospende i lavori per 40 giorni. Si torna nei banchi dell’assise regionale il 9 marzo quando l’Italia avrà una nuova maggioranza. E’ stato deciso così dopo che gran parte dei consiglieri regionali risulta candidata nei vari collegi per l’elezioni alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica. L’ultima seduta di consiglio regionale si è svolta il 25 gennaio scorso. In conclusione dei lavori il presidente del consiglio Loizzo ha detto: “Ora potete andare a sentire cosa dicono a Roma. In bocca al lupo a tutti”. La decisione di sospendere le attività sarebbe stata raggiunta dopo una vertice di maggioranza, il rischio sarebbe stato quello delle troppe assenze dovute agli impegni elettorali dei candidati. Ed allora meglio fermare tutto e dare il tempo a ciascuno di fare la propria campagna elettorale. Tanti infatti sono i consiglieri regionali che parteciperanno alla nuova competizione. Lottano per un posto in Parlamento: Fabiano Amati, Marco Lacarra, Sergio Blasi,  Donato Pentassuglia, Saverio Congedo, Giandiego Gatta  e l’assessore Filippo Caracciolo. Ma l’elenco potrebbe allungarsi nelle prossime ore quando saranno consegnate tutte le liste.

Restano attive invece le Commissioni, sempre che si raggiunga il numero legale per l’insediamento.

Lu.Po.

mesagnericettedifamiglia.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*