Il Brindisi stravince ed è in Eccellenza

TRICASE – Il Brindisi Fc torna in Eccellenza dopo tre anni di bassi, bassissimi fondi. A Tricase, infatti, i biancoazzurri si sono nettamente imposti sui salentini per 0-3 e chiudono matematicamente i conti promozione di questo campionato con una giornata d’anticipo: la stagione del Brindisi era iniziata nel migliore dei modi ma aveva avuto diversi alti e bassi che avevano rischiato di rovinare i piani e gli obiettivi del sodalizio di Via Benedetto Brin. È stata troppo forte, però, la squadra di mister Danilo Rufini, capace di non mollare e di interpretare nel migliore dei modi il finale di campionato come dimostrano i numeri e la straordinaria vittoria odierna su un campo ostico come quello del Tricase.
Tornando alla partita, Rufini sceglie un undici inedito con Scarcella, Tedesco e Procida in panchina per qualche problema fisico e manda in campo Margarito dal primo minuto, mossa azzeccatissima che si rivelerà vincente: per il resto Quartulli tra i pali, difesa composta da Margarito e De Fazio sulle fasce con Boualam e Tamborrino al centro, Cordisco, Iaia, Merito e Bassi a centrocampo mentre Iunco e Causio formano il reparto offensivo. Il Brindisi entra in campo con un unico obiettivo e si dimostra attenta e concentrata fin dal fischio iniziale: i primi minuti, però, sono molto equilibrati e il punteggio si schioda solo nei minuti di recupero. La trama è la stessa di molti gol realizzati quest’anno con la punizione di Cordisco perfetta a liberare Margarito, fortissimo di testa sui calci piazzati che gonfia la rete e porta le squadre negli spogliatoi sullo 0-1. Il Tricase nella ripresa subisce il contraccolpo psicologico ed esce dalla partita. Il Brindisi, invece, si dimostra cinica e aggressiva e raddoppia pochi minuti più tardi con una fotocopia della prima rete: Cordisco crossa, Margarito stacca di testa, colpisce e fa gol. 0-2 e partita in cassaforte. Rufini manda a riscaldare tutta la panchina ma prima di iniziare la girandola di cambi Cordisco si mette in proprio e, dopo due assist, trova la rete personale che vale lo 0-3: punizione da zona invitante per uno specialista come lui che prende la rincorsa, la mira e tira nell’angolino basso imparabile per il portiere. Dopo il terzo gol, il Brindisi amministra soffrendo praticamente nulla anche dopo i cambi (De Iudicibus e Scarcella le mosse del tecnico biancoazzurro) e può finalmente festeggiare al triplice fischio arbitrale. Giusta soddisfazione e giusto premio per un gruppo unito, capace di soffrire nei momenti giusti ma soprattutto di vincere e tornare nel massimo campionato regionale, l’Eccellenza, dopo il fallimento della sciagurata gestione Flora che aveva completamente cancellato la Ssd Città di Brindisi.
Oggi questa squadra ha compiuto il primo passo verso la rinascita calcistica della città: squadra e tifosi adesso possono festeggiare insieme, per prepararsi all’ultimo match stagionale contro il Racale domenica prossima al Fanuzzi che per la classifica sarà solo una formalità.
 Antonio Solazzo
 clicca qui per il video di fine partita https://www.facebook.com/brindisioggi.1/videos/1782961831763163/

mesagnericettedifamiglia.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*