Eventi scelti dalla Fondazione Verdi, 130 proposte, bando valido anche per Natale

Poseidone articolo

BRINDISI- (Da Il7 Magazine) Rappresentazioni teatrali, sfilate di moda, concerti, giochi in piazza ed esibizioni varie, c’è davvero di tutto nelle cento trenta proposte recapitate alla Fondazione Nuovo Teatro Verdi di Brindisi attraverso un avviso pubblico che il Comune ha pubblicato per comporre il cartellone degli eventi estivi. In questi giorni il direttore artistico, Carmelo Grassi, esaminerà e selezionerà tutte le proposte che andranno ad animare i mesi estivi. L’avviso pubblico per l’organizzazione della rassegna culturale e di spettacoli «La bella stagione 2019», promossa e organizzata dal Comune di Brindisi e dalla stessa Fondazione aveva la funzione di svolgere un’indagine conoscitiva per l’individuazione e la selezione di manifestazioni tra concerti,spettacoli, eventi di intrattenimento, esperienze artistiche e culturali, da svolgersi nel territorio del Comune di Brindisi nel periodo compreso fra il 15 giugno e il 15 settembre 2019.

L’idea fondante e qualificante dell’avviso pubblico era quella di: valorizzare le competenze ed i talenti locali in ambito artistico e culturale; valorizzare il patrimonio culturale immateriale ed identitario delta città; valorizzare il paesaggio urbano, le risorse naturali e paesaggistiche, i beni monumentali e i luoghi identitari della città; valorizzare e animare i quartieri e le periferie cittadine; promuovere l’inclusione sociale e generazionale, la partecipazione della comunità e della cittadinanza attiva. Le proposte, quindi, dovranno in qualche modo soddisfare queste aspettative . La valutazione delle proposte e la definizione del programma saranno effettuate a cura del direttore artistico della Fondazione Nuovo Teatro Verdi, Carmelo Grassi ; la proposta del programma è approvata dal consiglio di Amministrazione ma I’esclusiva della proposta resta in capo del direttore artistico. ll direttore artistico si riserva la facoltà di selezionare iniziative al di fuori di quelle pervenute, subordinatamente alla approvazione del Consiglio di Amministrazione. ln particolare le proposte saranno valutate per: innovazione ed originalità della proposta in termini di contenuti e metodi; validità artistica e fattibilità; capacità di coinvolgimento della comunità locale con promozione dell’inclusione sociale; congruità e sostenibilità dei costi previsti; compartecipazione economica del soggetto proponente alla realizzazione dell’evento. L’istruttoria in merito alla adeguatezza dei requisiti di ammissibilità, rispetto alla documentazione richiesta, sarà verificata dagli uffici competenti della Fondazione Nuovo Teatro Verdi. Sulla base delle proposte pervenute, il direttore artistico si riserva di convocare i soggetti proponenti per ulteriori chiarimenti e la eventuale rimodulazione delle proposte avanzate, riservandosi di concordare una data alternativa dell’evento.

Le proposte saranno selezionate in micro e macro eventi, il contributo varierà proprio in base alla portata dell’iniziativa : per i micro eventi è previsto un importo massimo di 3.500 euro mentre per i macro eventi un importo variabile tra 4mila e 8500 euro, tutto Iva inclusa. In caso di importi superiori alle soglie massime, la differenza, ovviamente, sarà a carico del soggetto proponente. Il Comune di Brindisi in questo modo pensa di sostenere e incentivare la platea dei proponenti potenziali promuovendo l’offerta di spettacoli, arte e cultura, con particolare attenzione nei confronti delle piccole produzioni artistiche del territorio. Le eventuali campagne promozionali o immagini, slogan e materiali relativi alle manifestazioni dovranno essere preventivamente e formalmente autorizzati dalla Fondazione. A conti fatti il budget complessivo per “La Bella Stagione 2019” è di circa 60mila, 70mila euro. Più o meno quanto è stato speso lo scorso anno per il solo mese di agosto se si considera che la nuova amministrazione comunale si era appena insediata. Quest’anno lo stesso budget andrà spalmato su tre mesi. L’avviso pubblico, a considerare la mole di proposte presentate, ha avuto un gran successo, ora dovrà essere la Fondazione a scegliere e far quadrare i conti. Le risorse messe a disposizione del Comune sono comprensive anche di tutte le spese per i servizi, quindi, tolti questi, per gli artisti non c’è un gran margine. “E’ vero il budget è sempre quello dello scorso anno- ha detto il direttore artistico, Carmelo Grassi- ma c’è una grande varietà di proposte che in questi giorni stiamo valutando. Non solo, abbiamo già deciso che tutte le proposte escluse dal cartellone estivo saranno prese in considerazione per gli eventi natalizi”. Quindi l’avviso pubblico, utilizzato per il cartellone estivo, resterà valido anche per la stagione invernale.

“Stiamo anche pensando di organizzare un grande evento culturale per l’autunno- ha detto Grassi- anche qui si potrebbero selezionare alcune delle proposte pervenute con l’avviso pubblico”.

Il cartellone de “La Bella Stagione” si concentrerà solo sul centro cittadino, benché nell’avviso pubblico tra le idee di fondo vi fosse anche la valorizzazione dei quartieri, le risorse non consentano di allargare l’offerta anche al resto della città, diventerebbe troppo dispersiva.

Così l’estate dei brindisini sembra concentrarsi in una serie di eventi che dovrebbero abbracciare tutti e tre i mesi, da giugno ad agosto.

Le iniziative degli artisti locali si andranno ad affiancare a quelle di portata ben più grande come la Regata internazione Brindisi Corfù, che partirà domenica 16 giugno, il mondiale di Motonautica, Battiti Live, la Festa del vino, Barocco Festival, il Festival del libro, Brindisi Classica, la Festa della Pizza, Festival Blues. Un’estate di eventi per i quali il Comune di Brindisi spenderà complessivamente circa 200mila euro. Ricapitolando la spesa sarà così ripartita: 60mila euro per la Regata  Brindisi-Corfù, contributo che include anche la partecipazione dell’Autorità di Sistema, 40mila euro per il Campionato mondiale della  Motonautica, 60mila euro per gli eventi a discrezione della Fondazione del Nuovo Teatro Verdi e  40mila euro per Battiti Live. Per incentivare l’iniziativa privata il Comune di Brindisi ha inoltre pensato bene di applicare una riduzione della Tosap sino all’ottanta per cento. Tale riduzione è prevista da regolamento quando vi sono eventi finalizzati alla promozione del territorio. Nello specifico si ha questa sostanziale riduzione “ per le occupazioni poste in essere con installazione di attrazioni, giochi e divertimenti dello spettacolo viaggiante nonché in occasione di manifestazioni politiche, culturali e sportive. Ma si ha ancora una riduzione dell’ottanta per cento anche per le occupazioni effettuate in occasione di manifestazioni realizzate con il patrocinio, oneroso o gratuito del Comune, purché autorizzata con apposito atto amministrativo adottato dalla Giunta Comunale.

Lucia Pezzuto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*