La Giunta regionale approva 4 milioni di euro per risarcire gli olivicoltori

Poseidone articolo

BARI – La Giunta regionale approva 4 milioni di euro per risarcire gli olivicoltori.

pino-romano“Apprezziamo la delibera con cui la giunta regionale ha accolto la mia sollecitazione perché fossero risarciti gli olivicoltori che applicano il Piano Silletti contro la Xylella. Ci auspichiamo che questo impegno sia mantenuto anche in futuro, affinché siano più sostenibili le spese gli interventi di potatura, aratura ed eradicazione che dovranno sostenere gli agricoltori i quali, con l’eradicazione, perdono anche il capitale costituito dagli stessi ulivi”. È con queste parole che il capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Pino Romano, dichiara la propria soddisfazione in merito all’ordine del giorno proposto nell’ultimo consiglio regionale, con cui ha impegnato il governo regionale a stanziare cinque milioni di euro di risarcimento ai proprietari degli ulivi.

“La giunta ha stanziato 4 milioni di euro – continua Romano – e pur ritenendo tale somma insufficiente, possiamo senza dubbio dire che si stratta di un primo passo che deve comunque vederci impegnanti ancora a lungo in questa direzione”. Lo stesso capogruppo del Pd alla Regione si augura che le risorse vengano erogate in tempi rapidi e con un regolamento snello e trasparente. È da rimarcare, però, che ancora manca la certezza comprovata in laboratorio che gli ulivi segnalati sul territorio oritano e salentino più in generale siano stati colpiti dal batterio della Xylella, tanto che proprio su questo principio si basa il ricorso degli avvocati Guido e Giovanni Pesce, proprietari dei terreni tra Oria e Carosino su cui vivono gli ulivi segnati dalle x rosse del corpo Forestale dello Stato, avanzato al Tar di Lecce e su cui si è pronunciato, sospendendo le eradicazioni.

“Vorrei rivolgere un invito alla chiarezza – prosegue Romano- anche a quanti stanno diffondendo sul web teorie del complotto riguardo alla Xylella, che non fanno bene a nessuno. Tanto meno agli agricoltori che hanno bisogno di supporto in questo momento difficile che attraversano. Nessuno voleva che gli ulivi si ammalassero e nessuno permetterà che il contagio si diffonda. Atteniamoci alla scienza e cerchiamo in ogni modo di aiutarla a fare il suo dovere. Dal canto nostro, possiamo solo mettere a disposizione degli esperti e degli agricoltori, tutte le risorse loro necessarie a debellare il vero nemico: la Xylella fastidiosa”.

Agnese Poci

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*