Bufera nella maggioranza e la sindaca azzera la giunta

BRINDISI- Azzerata la giunta. La sindaca Angela Carluccio ha convocato alle 13 i suoi assessori  ed ha comunicato la sua intenzione di azzerare l’esecutivo. Questa la conseguenza delle reazioni avute dalla maggioranza dopo la conferenza stampa di fine anno sul bilancio, in merito alla quale le forze politiche hanno lamentato il mancato  coinvolgimento e la discussione interna su uno dei punti più importanti dell’amministrazione. Le critiche sono giunte anche dallo stesso partito della prima cittadina con una nota ufficiale di Toni Muccio, insieme a Lino Luperti di Coerenti per Brindisi. I componenti della coalizione di centro moderato contro l’assessore Del Grosso che non avrebbe mai convocato la maggioranza per discutere di bilancio e degli aumenti, tema che non è stato trattato neanche nella commissione consiliare della quale presidente è Iolanda Guadalupi, consigliere comunale di Noi centro (partito del sindaco).

Dopo le tensioni che ormai vanno avanti da settimane con pressioni da parte di alcune forze politiche, in particolare dei Cor, nei confronti della sindaca, con tanto di segnalazione anche del prefetto per la nomina delle quote rosa, Angela Carluccio azzera tutto.

“E’ in atto da troppi giorni una infruttuosa riflessione all’interno della maggioranza che rischia di rallentare il percorso amministrativo che avevamo programmato- dichiara Carluccio.- Per accelerare il processo di confronto, ho ritenuto opportuno azzerare la giunta comunale ringraziando gli assessori per l’impegno e l’abnegazione sin qui dimostrati. Le dispute politiche, se esasperate, rischiano di vanificare il nostro impegno e ritorcersi contro la città. Spero che la mia decisione contribuisca a rasserenare il dibattito e a favorire i chiarimenti tra le forze politiche, nel più breve tempo possibile, per il bene di Brindisi. Al termine di questo periodo di riflessione varerò una giunta in cui saranno pienamente rispettate le previste quote rosa”.

BrindisiOggi

4 Commenti

  1. Ma forse non è meglio che la sindaca dia le dimissioni???fino a questo momento abbiamo visto che non è capace di stare lì.brindisi ormai è una città fantasma e lei sta mettendo sempre più benzina sul fuoco.

  2. Bene la tecnica Raggi ( vedi Roma) inizia ad avere successo. La nostra infatti ad ogni buon conro la Nostra butta la pietra e nasconde la mano e poi dice che sono gli altri e non Lei a creare problemi.
    Allora che si decida :
    O si rassegna e si fa suggerire da chi la messa li'( vedi I Coerenti) o si dimwtte o chiede l’ intervention di un commissario e ci eviti lo spettacolo patetico della vittima in mano ai furbi politici , Lei ha,firmato il bilancio che ha disposto I soldi per I nostril dirigenti , la stessa mano vuole firmare gli aumenti delle tasse per I Brindisini . Darti una regolata !!!

  3. Salve a tutti bisogna commentare ennesima pagliacciata della sindaca? Ma no!!! Dai si vede da lontano che esistono solo problemi di poltrona ,mentre noi poveri cittadini navighiamo ancora nel fango più totale

  4. E nel frattempo la TAP arriverà ad interconnettersi con la rete SNAM a Brindisi attraversando i nostri territori senza ottenere nessun indennizzo così come previsto per il territorio di Melendugno.
    Miglioreremo il nostro primato in quanto la TARI più alta d’Italia diventerà ancora più alta ma… a fronte di quale servizio?
    Perchè le penali applicate alla Società che esercisce il servizio non vengono rese note ai cittadini se è vero che vengono applicate?
    Perchè continuiamo a sostenere i costi delle Società in house che hanno una gestione lungi dall’essere manageriale ma con “manager” che assorbono buona parte del bilancio delle stesse.
    Perchè la politica e la dirigenza della macchina comunale a fronte di un costo oramai insostenibile per i cittadini non svolgono con coscienza i propri compiti?
    Buon 2017 a tutti i brindisini.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*