Marciapiede pericoloso dopo installazione di pannelli elettorali: “Il Comune intervenga subito”

Poseidone articolo

BRINDISI – Marciapiede pericoloso dopo l’installazione di pannelli elettorali, i cittadini della circoscrizione Casale-Paradiso: “la situazione è diventata insostenibile, quel marciapiede non è più percorribile, il Comune intervenga subito”.

Si tratta del marciapiede che si trova in via Basile all’altezza della chiesa Ave MarisStella al quartiere Casale a Brindisi. A denunciare lo stato di tale marciapiede è un gruppo di cittadini residenti in quel quartiere.

“E’ ormai diventato un percorso pericoloso – scrivono – a causa di lavori di ripristino della pavimentazione che non sembrano essere stati eseguiti a regola d’arte, come prescrive la normativa comunale. Una situazione pericolosa che mette a rischio l’equilibrio di coloro che hanno l’avventura e forse il coraggio di avventurarsi su quel marciapiede. E’ accaduto, infatti, che in questi ultimi anni, durante le varie tornate elettorali, sono stati posizionati sul suddetto marciapiede cartelloni elettorali che hanno reso necessario la manomissione del pavimento con la formazione di diverse buche”.

I cittadini sottolineano che “Al termine della campagna elettorale la ditta incaricata del ripristino dei luoghi, invece di sostituire le mattonelle tolte e chiudere le varie buche, hanno coperto le buche con un po’ di “ conza” che hanno creato un vero e proprio percorso di guerra molto pericoloso per le persone anziane che si recano tutti i giorni in chiesa, che con una caduta possono andare a trovare immediatamente il padreterno”.

“Ci domandiamo – continuano – dove sono stati coloro che dovevano vigilare affinchè i suddetti lavori di ripristino fossero  eseguiti a regola d’arte o comunque come prescrivono le disposizioni comunali che la situazione  fosse pericolosa lo aveva evidenziato anche  l’ufficio tecnico del settore lavori pubblici, che con  ordine di servizio n. 85 del 13.12.2017, aveva dato incarico alla multiservizi della “ riparazione localizzata del marciapiede alterato” di via bafile, limitatamente al tratto che costeggia la recinsione della chiesa”.

Dopo 11 mesi, a dire dai residenti, non ci sono stati nuovi interventi per ripristinare il marciapiede in questione.

“Certamente non si continuare a fare finta di niente, come è stato finora fatto dalle amministrazione precedenti, comprese quelle commissariali, che nonostante siano state interessate più volte dai cittadini del quartiere, si sono mostrate restie ad interessarsi della incolumità e della salute dei cittadini”.

“Confidiamo che questa amministrazione possa scrivere un’altra storia, che possa finalmente ascoltare i cittadini e mettere finalmente riparo a questa disagio ripristinando i luoghi. Come accade nelle città normali” concludono nella lettera.

BrindisiOggi

1 Commento

Rispondi a salvatore Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*