Matera-Brindisi, sfida tra sprinter ma attenti al vento

Poseidone articolo

BRINDISI- Sarà quasi sicuramente volata: la Matera – Brindisi è la tappa con meno asperità del Giro, terreno naturale per le ruote veloci del gruppo, anche perché molto corta (143 chilometri).
Dopo la vittoria di prepotenza di oggi, il principale indiziato per la vittoria è Arnaud Demare: il campione nazionale di Francia, forte anche del successo a Villafranca Tirrena, si è dimostrato lo sprinter da battere.
Grande attesa anche per una delle star del Giro 2020, il tre volte campione del mondo, lo slovacco Peter Sagan, a cui Demare Matera ha preso la maglia ciclamino della classifica a punti. Alla sua prima partecipazione alla Corsa Rosa, sino ad ora ha collezionato solo qualche piazzamento, nonostante le aspettative alte in questo tipo di arrivi: Brindisi potrebbe essere una nuova occasione, anche perché è una delle poche occasioni a disposizione per farsi notare.
Subito dietro, c’è attesa anche per un italiano, Elia Viviani. Campione europeo nel 2019, a Matera non è parso in gran forma, perdendo terreno sulle ultime salite. Altro nome spendibile quello del colombiano Fernando Gaviria, che ha lo spunto per fare bene in volata ma che sempre nella Castrovillari – Matera è caduto a non molti chilometri dall’arrivo.
Da non sottovalutare anche altra gente con spunto veloce, dai piazzati in terra lucana come l’australiano Michael Matthews e Fabio Felline, o anche quelli delle tappe precedenti come Davide Ballerini o Davide Cimolai. Vista la lunghezza del rettilineo finale, sembra invece difficile che qualcuno capace di mantenere grandi velocità per alcuni chilometri cerchi la sorpresa negli ultimi chilometri.
L’incognita più grossa sarà quella del vento: tra i direttori sportivi, molti stanno accendendo i fari sulle folate che arriveranno da nord, lateralmente al gruppo che va da ovest verso est, e potrebbero formare i cosiddetti “ventagli” spezzettando il gruppo. Sotto questo aspetto, anche i corridori che mirano a fare classifica dovranno fare molta attenzione.

BrindisiOggi

ITS LOGISTICA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*