Da oggi Rossi è il sindaco di Brindisi: “E’ una fascia che pesa, e sento tutta la responsabilità” – video

BRINDISI – Brindisi da oggi ha ufficialmente il suo sindaco: la proclamazione a primo cittadino della città di Riccardo Rossi è avvenuta nel pomeriggio di venerdì 29 giugno  presso la sala della Colonna di Palazzo Nervegna.

Un’enorme folla ha atteso l’ufficialità delle parole del Presidente dell’Ufficio Elettorale, Antonio Sardiello.

Arrivato accompagnato dalla famiglia, Riccardo Rossi si è mostrato visibilmente emozionato. Al momento della proclamazione, la sala è esplosa in un fragoroso applauso e in un coro che incitava il neosindaco.

Espletate le formalità di rito, il presidente della Commissione dell’Ufficio Elettorale Antonio Sardiello ha voluto dedicare alcune righe al neo sindaco come  augurio per il suo incarico. “La proclamazione del sindaco è la presa d’atto dell’individuazione voluta dagli elettori di una personalità che quotidianamente è chiamata a governare la città, affrontandone tutte le aree indistintamente– ha specificato nel suo discorso – La forza di un sindaco è nel suo senso democratico, nella sua capacità di ascoltare, nell’assenza di concetti precostituiti, nella sua capacità di autocritica e confronto. E’ importante non lasciare solo nessuno, in particolar modo quelle più deboli che più delle altre hanno bisogno di sentirsi accompagnate e che spesso si rifugiano nella solitudine che aggrava la loro situazione. Il suo – continua – sarà un ruolo difficile, complesso ma destinatario di apprezzamenti soprattutto dai giovani, che devono credere nell’autorità e a cui si devono aprire spazi di fiducia. Nulla è impossibile quando c’è il rispetto dello Stato, delle regole, anche dei sognatori, dell’ambiente e della natura, e del credo religioso. Auguro a Lei e alla sua squadra e ai consiglieri dell’opposizione di nutrire, con i valori sopra indicati, tutti coloro che vivono in questa città bella, ricca di storia ed esempio di umana solidarietà”.

Al commissario prefettizio Santi Giuffrè il compito di passare il testimone della fascia tricolore a Rossi, non prima di aver speso alcune parole. “Non mi sembra carino dire io qualcosa al sindaco quando il sindaco si chiama Riccardo Rossi, persona di grande personalità, cultura ed equilibrio – commenta Giuffrè – Lo dico col tutto il cuore perché noi tutta della gestione commissariale siamo contenti che la città abbia compiuto questa scelta. Siamo contenti di lasciare il testimone in mani sicure ed apprezzate e che saprà fare del bene per la città”.

 

A Rossi la parola, ringraziando il suo predecessore “che ha saputo rivalutare valori come la legalità e la questione morale, per noi fondamentali”. “E’ una fascia che pesa e in città l’aria che è cambiata si è sentita, io l’ho avvertita – dichiara Rossi, poco prima di commuoversi – e io ne sento tutta la responsabilità”.

Agnese Poci

Nai-post ni Brindisi Oggi noong Biyernes, Hunyo 29, 2018

 

 

2 Commenti

  1. Ora che la festa e’ finita vogliamo far pulire le strade?Vogliamo dire ai proprietari dei cani che la cacca va raccolta e non lasciata sulla strada!Per il resto: tutto bene!

Rispondi a VALTER Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*