Porto: la Regione approva la variante , ora l’Authority cerca 50milioni di euro

Poseidone articolo

BRINDISI– La Regione Puglia approva l’adeguamento tecnico funzionale del porto di Brindisi. In pratica una variante al Piano regolatore del porto che consentirà nuovi accessi alle navi traghetto.

Il piano prevede  due nuovi pontili per far attraccare le navi traghetto cariche di camion nell’area di Sant’Apollinare nel porto di Brindisi, la realizzazione di una piastra di collegamento in connessione al terminal Costa Morena e la rettifica e messa in sicurezza della diga di Punta Riso e Bocche di Puglia. Al tempo stesso si provvederà alla soppressione del pontile minore più prossimo al canale, all’arretramento e allo spostamento dei restanti pontili. In realtà parte di questa variante era stata già approvata nel 2006 ma erano necessari ulteriori adeguamenti che solo oggi sono stati approvati.

Nel frattempo però i finanziamenti necessari alla realizzazione della variante, 50milioni di euro, sono andati persi ed ora l’Autorità Portuale di Brindisi dovrà reperirne degli altri se vorrà dare seguito al progetto. Dall’Authory i tecnici si dicono ottimisti, gli interventi si possono realizzare anche suddivendoli in lotti. “L’importante, dicono, è raggiungere il risultato”. Basti pensare, spiegano dalla Regione, che a completamento dell’intervento potranno attraccare cinque nuove navi. Ai due pontili di 181 e 282 metri accosteranno due navi passeggeri di poppa, una di poppa e di murata e con il collegamento al terminal costa Morena si apriranno altri due accosti.  

Lu. Pez.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*