Riapre il parcheggio della spiaggia di Acque Chiare, lo gestirà il Comune e sarà a pagamento

Poseidone articolo

BRINDISI- Riapre il parcheggio della spiaggia di Acque Chiare, il tribunale da l’ok al Comune di Brindisi per l’utilizzo dell’area sequestrata. Sarà l’amministrazione comunale di Brindisi ad utilizzarla facendone un parcheggio a pagamento per consentire a tutti coloro che frequentano le spiagge libere della litoranea a nord di Brindisi di parcheggiare le auto. In questo modo il Comune cercherà di ovviare al problema del parcheggio selvaggio lungo la provinciale 41. Dall’inizio della stagione estiva la polizia municipale  continua a vigilare e sanzionare gli automobilisti che a loro discolpa lamentano la mancanza di parcheggi. Il parcheggio della spiaggia di Acque Chiare potrebbe essere una soluzione. L’area è in stato di abbandono da diversi anni, ossia da quando il noto complesso residenziale di Acque Chiare finì sotto sequestro, per questo motivo sarà necessario effettuare una serie di lavori. Il Comune di Brindisi conta di mettervi mano subito dopo Ferragosto e la settimana successiva riuscire ad aprirlo al pubblico. Il parcheggio sarà a pagamento, una cifra compatibile con la copertura delle spese di gestione.

Lu.Pez.

Auchan Natale 2017

4 Commenti

  1. Certo, Acque Chiare per noi proprietari è sotto sequestro, invece per gli altri si offre il parcheggio in un’area che comunque appartiene al Villaggio. come al solito, anche in questo caso, i Giudici fanno due pesi e due misure…..LML

  2. Secondo me è solo una presa per i fondelli. Vero è che avevamo una amministrazione comunale che faceva acqua da tutte le parti, vero anche che l’amministrazione comunale è composta da dirigenti che riflettono i vari politici che via via si succedono, magari inopportuni che non ritengono di segnalare/affrontare i problemi di brindisi al commissario che sta dimostrando che solo questo tipo di “regime” può essere utile a questa martoriata città

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*