“I rimorchiatori devono essere spostati, confidiamo in Rossi che presentò un ordine del giorno”

INTERVENTO / Alla notizia dell’abbattimento dei capannoni in via Thaon De Revel,  la speranza  di vedere finalmente l’ultimo tratto di lungomare libero da tale servitù è durato poco perché si è subito appreso che i manufatti demoliti sarebbero stati sostituiti da altri seppur più piccoli.

Le associazioni ambientaliste e movimenti di cittadinanza attiva hanno sempre sottolineato la necessità dello spostamento dei rimorchiatori per una piena e corretta riqualificazione del lungomare. Questo è, in particolare, uno dei motivi per cui veniva chiesto con insistenza tale spostamento in altro sito del porto, non certo perché l’ormeggio alla banchina dei rimorchiatori in sè ostacolasse i lavori di riqualificazione.

Certo, se la permanenza dei rimorchiatori è legata alla presenza sulla banchina di struttura e di spazi che ne compromettono la riqualificazione e la completa fruizione da parte dei cittadini, crediamo che la qualità di quest’ultima, in quanto di interesse collettivo, abbia la priorità su altre esigenze. D’altra parte siamo convinti che l’ormeggio in un  qualsiasi altro luogo del porto non inciderebbe in alcun modo sulla attività dell’impresa, né dal punto di vista operativo né da quello commerciale.

E’ bene rilevare che la commissione istituita  anni  addietro  per individuare un’altra location, non fu mai messa nelle condizioni di operare in tal senso né hanno sortito effetto i vari ordini del giorno presentati nel tempo in Consiglio Comunale col fine di trovare la migliore soluzione possibile per la richiesta di concessione di specchio acqueo e relativa banchina per le attività dell’impresa,  confidiamo che il sindaco Riccardo Rossi, che a suo tempo sostenne convintamente questa esigenza e presentò un Ordine del Giorno in Consiglio Comunale, possa trovare una soluzione chiara nell’interesse della collettività, per definire una volta per tutte questa annosa querelle e consentire ai brindisini il pieno godimento di quel tratto di lungomare.

Forum Ambiente Salute e Sviluppo

3 Commenti

  1. I rimorchiatori fanno parte della cultura marinara della nostra città. E’ un piacere vedere i rimorchiatori entrare ed uscire dal porto. E’ l’ultimo baluardo della marineria brindisina nel porto interno. Che danno fanno? Li si vuole sloggiare per recuperare poche decine di metri di banchina. Per far cosa? Un altro ristorante? Un altro gazebo? Il vero ostacolo alla fruibilità del lungomare è la ormai anacronistica occupazione del castello di terra da parte di ciò che resta del Comando Marina.

  2. Bisogna spostare i rimorchiatori e ridare alla città il castello con il relativo transito che decongestionerebbe il traffico

Rispondi a francesco Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*