Siringhe e rifiuti sulla pista ciclabile di Sant’Angelo, la rabbia dei residenti

Poseidone articolo

BRINDISI- Siringhe, rifiuti e deiezioni canine,  la pista ciclabile di Sant’Angelo  impraticabile, si infuriano i residenti. E’ in totale  degrado  la pista ciclabile che costeggia il tratto di strada provinciale che collega il rione Bozzano con il rione Sant’Angelo. Questa  volta però si è andati ben oltre l’abbandono di rifiuti e le deiezioni degli amici a quattro zampe abbandonate senza discrezione e rispetto dai loro proprietari per i passanti. Questa volta sono le siringhe appoggiate sui costoloni della pista da qualche tossico dipendente, che fa infuriare passanti e abitanti della zona circostante e abituali fruitori della pista. Nonostante la recente potatura di alcune piante che costeggiano il percorso da ambo i lati, non è servito a rendere la zona più pulita, ma solo a rendere più visibili i rifiuti e il materiale edilizio di risulta abbandonato nella campagna e ai bordi del circuito.

Gli abitati della zona sono molto preoccupati per questo fenomeno che, sicuramente, avviene nelle ore notturne. Alcuni residenti dichiarano che in questi giorni, in cui la neve ha ricoperto tutto, è stato molto pericoloso attraversare questo tratto perché la neve ha reso indistinguibile il passaggio con il pericolo di calpestare qualsiasi cosa, dalla siringa, ai vetri e i cocci rotti di servizi igienici smaltiti in piena natura.

Vanessa Caforio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*