Trovati tra i cespugli due minorenni con sospetto coma etilico, 15mila euro di multa a tre locali

OSTUNI – La storia di ripete ogni anno e sono sempre più i minorenni che fanno abuso di alcol. Gli agenti del commissariato di Ostuni hanno trovato alle prime luci dell’alba tra i cespugli di Cala di Rosa Marina due ragazzi di 16 anni in sospetto coma etilico. I due ragazzi erano senza documenti, sono stati trasportati in ospedale. Avevano bevuto troppo e si erano sentiti male, fortunatamente nulla di grave. Dopo diverse ore sono stati dimessi e riaffidati ai genitori. Intanto continuano incessanti i controlli da parte della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Brindisi ai locali che si trovano lungo il litorale di Ostuni. In stretta sinergia con il Commissariato di Ostuni, della Polizia Stradale di Brindisi e Fasano, della Squadra Mobile e della Polizia Locale della Città Bianca, sono state registrate varie irregolarità amministrative nei locali controllati.

Si segnalano in particolare in tre strutture quelle relative all’attività abusiva di spettacolo danzante senza la prescritta autorizzazione e la somministrazione di alcolici a minorenni.

Per le irregolarità riscontrate presso i locali, nelle prossime ore seguiranno gli adempimenti per l’applicazione delle conseguenziali sanzioni amministrative per un ammontare di circa 15.000 euro e saranno effettuati ulteriori accertamenti di natura strutturale e amministrativa per accertare eventuali violazioni concernenti l’abusivismo edilizio.

Nelle immediate adiacenze dei locali controllati, sono stati effettuati anche alcuni sequestri amministrativi per detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale.

Attenzione è stata posta anche a due ampie aree di parcheggio presumibilmente assoggettati a vincoli paesaggistici e pertanto oggetto di conseguenziali accertamenti.

L’attività della Stradale ha portato all’identificazione di 124 conducenti, al ritiro di 4 patenti di guida e all’elevazione di 12 sanzioni amministrative di cui 5 per mancato uso delle cinture di sicurezza e 2 per mancate revisioni. Sono stati decurtati 65 punti sulla patente.

Inoltre, sono stati denunciati un uomo di 42 anni con tasso alcolico superiore a quanto previsto e altri 4 conducenti sono stati sottoposti a sanzione amministrativa per guida in stato di ebrezza con conseguenziale ritiro della patente di guida.

L’attività della Questura, che va avanti da diversi giorni, non conoscerà soste ed è particolarmente finalizza a sanzionare e quindi arrestare le attività di discoteche abusive che per mancanza dei necessari requisiti di sicurezza costituiscono un serio pericolo per l’incolumità dei giovani che vi accedono.

 

1 Commento

Rispondi a Nicola Annulla risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*