Operai ustioni al Petrolchimico ricoverati in prognosi riservata

BRINDISI – Hanno riportato ustioni di secondo e terzo grado gli operai feriti in un incidente sul lavoro nel Petrolchimico di Brindisi. Ora sono in prognosi riservata ricoverati al Centro Grandi ustionati dell’ospedale Perrino.

I due operai, dipendenti di una ditta appaltatrice che opera nel Petrolchimico per Versalis hanno 51 e 53 anni. Sono arrivati al Pronto soccorso del Perrino  nel pomeriggio di giovedì 7 ottobre, intorno alle 15, successivamente sono stati ricoverati.
Nel corso della notte i medici hanno potuto valutare con precisione la situazione clinica che rimane, comunque, in evoluzione. Gli operai hanno ustioni sul 20%-30% del corpo, di un grado che va dal secondo al terzo e sono in prognosi riservata. All’arrivo al Perrino uno dei due è stato trattato in Pronto soccorso dagli specialisti del Grandi ustioni con un farmaco di nuova generazione, il Nexobrid, che ha evitato il ricorso all’intervento chirurgico, consentendo un miglioramento istantaneo in alcuni punti nei quali le ustioni risultavano più profonde.

L’incidente si è verificato ieri pomeriggio intorno alle 14,30 i due operai sarebbero stati investiti da un principio di incendio mentre lavoravano per riparare un guasto su un collettore a pressione.

Cinque per mille AIL
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*