Al Cinema Impero al via la rassegna “Inverno”

BRINDISI – Il Cinema Teatro Impero di Brindisi dedica agli appassionati di film di qualità la rassegna “Inverno”, cinque titoli per weekend e festivi in compagnia delle uscite cinematografiche più acclamate della Stagione corrente.
La Rassegna, che si svolgerà dal 19 novembre al 18 dicembre, ha ticket d’ingresso di 6 euro intero – 5 euro ridotto under 8 e over 65. Apertura del botteghino mezz’ora prima della proiezione.

Si comincia il 19 e 20 novembre – spettacolo unico alle ore 19 – con “Maigret”, un adattamento cinematografico che raccoglie in sé le tre spiccate identità di Leconte, Depardieu e Simenon. A Parigi, una ragazza vestita con un abito da sera viene trovata morta in una piazza. L’ispettore Maigret cerca di risalire alla sua identità e capire cosa le sia successo.

L’appuntamento successivo, 26 e 27 novembre – ore 19, è con “Brado”, terzo film alla regia (oltre che interpretazione) di Kim Rossi Stuart. Un figlio che non voleva più avere niente a che fare con suo padre, è costretto ad aiutarlo a mandare avanti il ranch di famiglia dopo che questi si è fratturato alcune ossa. I due si ritrovano per addestrare un cavallo recalcitrante e portarlo a vincere una competizione di cross-country, ma allo stesso tempo provano a sciogliere quel grumo di rabbia, ostilità, rancore, che ha impedito loro per tanto tempo di essere vicini. È un difficile percorso a ostacoli quello che deve compiere il cavallo, ma anche quello che devono affrontare i due per ricostruire l’amore e la vicinanza che avevano perduto. In questa impresa li aiuterà un’addestratrice di cavalli, di cui il giovane si innamora.

Terzo in programmazione, 7 e 8 dicembre – ore 19 – è “Astolfo” di Gianni Di Gregorio, con Stefania Sandrelli.
Astolfo è un professore in pensione settantenne che vive a Roma in un appartamento da cui viene garbatamente sfrattato dalla sua proprietaria. Gli affitti sono saliti a Roma e Astolfo decide di tornare nella provincia, sulle colline di Artena dove è situato il suo palazzo nobiliare di famiglia.

La rassegna prosegue 9 e 11 dicembre, ore 19, con “ Triangle of sadness”, Palma d’oro al 75º Festival di Cannes. Il film diretto da Ruben Östlund narra la storia di Carl e Yaya, una coppia di modelli e influencer invitati su uno yacht per una crociera di lusso. Gli eventi prendono una svolta inaspettata quando si abbatte una tempesta e mette a rischio il comfort dei passeggeri.

A chiudere la rassegna, 17 e 18 dicembre, ore 19, sarà “Maria e l’amore”, la commedia romantica diretta da Lauriane Escaffre e Yvonnick Muller. Maria (Karin Viard) è sposata da 25 anni e lavora per una ditta di pulizie. Ha un carattere riservato e timido, a volte è goffa e sempre gentile. Scrive poesie e non lascia mai il quaderno rosso, dove le raccoglie, lo porta sempre con sé e non condivide con nessuno i suoi scritti, nemmeno con suo marito. Un giorno la donna viene assegnata come addetta alle pulizie alla prestigiosa Scuola di Belle Arti a Parigi e tra le mura dell’istituto scopre un mondo nuovo ricco di creatività, libertà e audacia. Qui fa la conoscenza di Hubert (Grégory Gadebois), il bizzarro custode della scuola, con il quale instaura subito una forte amicizia e che sin da subito le sta accanto nelle situazioni più difficili. Mentre il legame tra i due cresce, Maria riscopre non solo se stessa, ma anche emozioni che non provava da tempo. Riuscirà a lasciarsi andare e godersi finalmente la vita e l’amore?

Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*