Aeroporti di Puglia cerca stilisti per realizzare le nuove divise: pubblicato il bando

Poseidone articolo

BARI – Aeroporti di Puglia cerca design e stilisti per realizzare le nuove divise dei dipendenti. La società che gestisce gli aeroporti pugliesi ha pubblicato un avviso finalizzato alla ricerca di operatori ai quali affidare, in regime di sponsorizzazione,  l’ideazione delle divise e degli accessori per il proprio personale addetto ai servizi di assistenza ai passeggeri e aeromobili.

L’invito per l’ideazione delle divise – tailleur con pantalone o gonna, camicia e foulard per le donne; giacca, pantalone, camicia e cravatta per gli uomini – è rivolto a designer, stilisti, anche emergenti, e alle scuole di moda del territorio pugliese che dovranno ideare e realizzare i bozzetti delle nuove divise.

“Anche attraverso l’avviso per l’ideazione delle nuove divise destinate ai nostri addetti di scalo – spiega il Presidente di Aeroporti di Puglia,  Tiziano Onesti – vogliamo testimoniare l’attenzione con la quale operiamo a favore delle imprese pugliesi. Siamo, infatti, fermamente convinti che i nostri aeroporti, sempre più a trazione internazionale, siano un formidabile strumento di promozione e valorizzazione delle aziende particolarmente attive del nostro territorio. Per questo, come già fatto in precedenza per la realizzazione dell’executive lounge del Karol Wojtyla di Bari, abbiamo deciso di rivolgerci a tutti gli esperti del settore moda, rigorosamente “made in Puglia”, senza trascurare i giovani stilisti e le scuole di moda per i quali questo avviso può essere un vero e proprio trampolino di lancio”.

I bozzetti e i modelli proposti – secondo quanto pubblicato sull’avviso, online fino al prossimo 30 luglio sul sito www.aeroportidipuglia.it  – dovranno essere frutto di uno studio della linea e dei tessuti, mirati alla cura del disegno e alla dovizia dei particolari, che rifletta non solo lo stile e l’identità di aeroporto, ma anche l’impegno di Aeroporti di Puglia quale azienda moderna e radicata al territorio.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*