Attentato al Morvillo, il Comune di Copertino dà la cittadinanza onoraria ai genitori di Melissa

Poseidone articolo

MESAGNE- Attentato al Morvillo Falcone, cittadinanza onoraria ai genitori di Melissa Bassi da Copertino, il Comune del killer. A distanza di sette anni dalla tragica morte di Melissa Bassi, la giovane studentessa vittima dell’attentato all’istituto superiore  Morvillo Falcone di Brindisi, il Comune di Copertino ha deciso di conferire la cittadinanza onoraria ai genitori della ragazza. Copertino è la città dove risiedeva Giovanni Vantaggiato, il reo confesso della strage, condannato all’ergastolo che sta oggi sta scontando nel carcere di Taranto. La notizia è stata annunciata dall’avvocato della famiglia Bassi, Ferdinando Orsini, attraverso un post sul suo profilo social. “Il sindaco prof. Sandrina Schito ed il presidente del consiglio dott. Cosimo Valter Lupo, mi hanno poco fa comunicato che nella seduta odierna, il consiglio comunale della Città di Copertino ha deliberato all’unanimità il conferimento della cittadinanza onoraria ai genitori di MelissaBassi- scrive Orsini- È un riconoscimento dal pregnante ed alto valore simbolico che suggella la vicinanza di tutta una comunità a due genitori che, pur tragicamente e duramente colpiti nel più profondo degli affetti dall’orribile e lucida follia di una mente criminale, hanno profondamente apprezzato l’affetto dimostratole dalle autorità e dai cittadini di Copertino, nel tempo sempre più rinsaldatosi”.

Quanto accaduto il 19 maggio del 2012 ha segnato profondamente le comunità di Mesagne e Copertino , quest’ultima ha sempre preso le distanze dal folle gesto del suo concittadino, non solo, le stesse figlie di Vantaggiato qualche tempo dopo l’arresto del padre decisero di cambiare cognome e tagliare i ponti con il genitore.

BrindisiOggi

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*