Aumentano i pazienti in Terapia Intensiva, intanto sta meglio il segretario della Cgil: “Grazie a tutto il personale sono uscito dal tunnel”

Poseidone articolo

BRINDISI – Aumentano i ricoveri per Covid all’ospedale Perrino,mentre da Foggia ormai al collasso, chiedono aiuto a Brindisi. Al momento sono 25 le persone ricoverate, di questi 18 sono nel reparto Malattie Infettive e ben 7 in Terapia Intensiva. Negli ultimi giorni i pazienti che hanno avuto bisogno della Terapia Intensiva si sono raddoppiati, sei sono della provincia di Brindisi e uno viene da fuori. In ospedale sembra essere ripiombati a marzo, anzi, anche peggio considerando che nella prima fase la Terapia Intensiva Covid non ha mai superato i sei pazienti. Intanto sono ben 331 gli attuali positivi in tutta la provincia.

Ma dall’ospedale arrivano anche buone notizie. Migliorano le condizioni di Dino Testini, segretario della Cgil Brindisi che da 20 giorni ha contratto il virus. “È una bestia malvagia, subdola e pericolosa che ti porta dolori atroci, ti toglie il respiro , le forze e la speranza – aveva scritto tre giorni fa il segretario su Facebbook – Che ti scava dentro e prova a portarti via tutto . Difficile è reagire quando dipendi da una macchina per respirare. La paura che da un momento all’altro dall’isolamento ti spostino li dove il ritorno sarebbe ancora più complicato è terribile . E così ti affidi completamente nelle mani di personale sanitario”. Ma fortunatamente Testini sta meglio ed è fuori pericolo. Oggi l’annuncio sempre sui social.

“Tra qualche ora mi dimetteranno – fa sapere Testini attraverso i social –  Il secondo tampone è risultato negativo ed è diminuita la necessità di ricorrere all’ossigeno. Continuerò a domicilio terapia ed isolamento. Voglio ringraziare tutto il personale del reparto infettivi isolamento covid dell’ospedale Perrino che con grande impegno passione e sacrificio mi hanno permesso di uscire dal tunnel. Lo ripeto: a tutte queste persone va garantito rispetto e riconoscenza non virtuale ma concreta a cominciare dal riconoscere tutti i loro sacrosanti diritti contrattuali. Voglio anche abbracciare e ringraziare i tantissimi che non mi hanno abbandonato mai con le loro preghiere con i loro incoraggiamenti. Grazie vi porterò sempre nel cuore”.

BrindisiOggi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*