Bambina nata il 10 marzo ma per il Comune non esiste, senza codice fiscale non può avere il pediatra

Poseidone articolo

BRINDISI – Bimba nata il 10 marzo ma per l’ufficio Anagrafe del Comune di Brindisi non esiste. Due genitori brindisini da giorni rimpallati da un ufficio all’altro perché la loro bimba nata il 10 marzo scorso non è stata registrata all’Anagrafe e così non hanno potuto ottenere il codice fiscale per poter avere l’assegnazione di un pediatra. Accade a Brindisi in questi giorni di restrizioni per il Coronavirus. La donna, mamma di una bambina di 14 giorni, è andata due giorni fa agli uffici del Comune di Brindisi per richiedere il codice fiscale (che il Comune assegna temporaneamente ed invia all’Agenzia delle Entrate) per poter ottenere l’assegnazione del pediatra, ma all’ufficio comunale le è stato risposto che a loro non risultava la nascita della bimba e che quindi non potevano rilasciare nulla. L’addetto comunale ha riferito di non aver ricevuto comunicazione dall’ospedale, nonostante questa famiglia abbia dichiarato al punto nascita dell’ospedale di Brindisi la nascita della loro bambina. Un continuo rimpallo da un ufficio all’altro.  Oggi sulla questione è intervenuto anche un pediatra al quale la famiglia si è rivolta. Il medico ha chiamato lui stesso in Comune chiedendo di poter risolvere la questione in quanto la bambina aveva bisogno di assistenza sanitaria. Aveva chiesto se fosse possibile che i genitori dichiarassero la nascita diretta all’ufficio comunale in attesa della comunicazione della Asl. Ma al momento è stato risposto picche.

BrindisiOggi

Non Solo Pane

2 Commenti

  1. Ma dobbiamo aspettare che guarisca il Sindaco per capire se gli uffici comunali funzioneranno seppure a rilento? Ma i dipendenti sono tutti a casa? Sul sito del Comune ci potrebbe essere qualche notizia in merito?

  2. se quella bimba prende qualche malanno e…facciamo gli scongiuri! chi paga le conseguenze? come al solito con il rimbalzo delle responsabilità…. tutti colpevoli…. tutti innocenti?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*