Brindisi, un pareggio a due facce: con il Mesagne finisce 2-2

BRINDISI – Termina con un rocambolesco 2-2 la quartultima partita del campionato di Promozione disputata allo stadio Fanuzzi tra Brindisi e Mesagne. Il pareggio, per i biancoazzurri, è maturato grazie a un’importante rimonta nei minuti di recupero e va, di conseguenza, preso come un punto fondamentale in vista delle ultime e decisive tre partite di campionato contro Ostuni, Copertino e Aradeo: due impegni esterni, contro due grandi squadre, complicano ulteriormente ma non chiudono la rincorsa verso l’ultimo posto libero nella griglia play-off, con Leverano e Uggiano fermi a 41 punti, uno solo in più rispetto alla formazione brindisina. Serviranno 9 punti e una serie di risultati favorevoli dagli altri campi per giocarsi la promozione tramite gli spareggi.
Mister Nobile manda in campo Contestabile tra i pali, De Fazio, Morleo, Vantaggiato e Tamborrino, Iaia, Caravaglio, Luperto, Calabrese, Scarcella e Mohammed. La squadra però non scende in campo con la giusta mentalità e subisce, nei primi 45 minuti, due gol. Nacci prima e Semeraro dopo annichiliscono i padroni di casa, incapaci di reagire praticamente fino al 90esimo, quando i tifosi avevano già iniziato ad abbandonare i gradoni dello stadio per protesta (era assente fin dal primo minuto, invece, il presidente Manzo, segnale interpretabile in maniera tutt’altro che positiva). Nel recupero Scarcella sale in cattedra e con grande carattere e responsabilità trova prima l’1-2 con un tiro precisissimo e poi, pochissimi minuti prima del triplice fischio arbitrale, guadagna un penalty che trasforma in maniera impeccabile trafiggendo l’estremo difensore ospite, Lamarina. E il 2-2 salva la faccia a una squadra che, per 89 minuti, aveva tutt’altro che brillato. Merito, ancora una volta, del capocannoniere brindisino, sempre più leader dentro e fuori dal campo a suon di gol.
Ripartire da questi ultimi cinque minuti: questa è la carta migliore per disputare un finale di stagione più che rovente. Se da un lato il Fasano ha già conquistato la promozione in Eccellenza, le lotte per gli spareggi play-off e play-out sono più che accese ed entreranno nel vivo proprio a partire da domenica prossima. Grottaglie, Maglie e Castellaneta lottano per non retrocedere, Carovigno, Massafra e Carovigno per evitare i play-out e Leverano, Uggiano, Lizzano e Brindisi (ma anche il Mesagne) si contenderanno il quinto posto. Per il Brindisi, già da domenica sul difficile campo dell’Ostuni, servirà una grande prestazione e una grande prova di forza per tornare alla vittoria.
Antonio Solazzo

https://www.caffepagato.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*