Cittadini con reddito i cittadinanza al servizio del Comune, attivati i primi due PUC

Poseidone articolo

FASANO – Il Sindaco di Fasano, Francesco Zaccaria, annuncia l’attivazione dei primi due “PUC – Progetti Utili alla Collettività”, come deliberato dalla Giunta Comunale n° 162 del 24/07/20. «Sono orgoglioso di annunciare – ha dichiarato il Sindaco Zaccaria –  l’attivazione dei primi due PUC: lo Stato e i cittadini che si aiutano reciprocamente, da una parte la Pubblica Amministrazione che sostiene il cittadino in un momento di difficoltà con il Reddito di Cittadinanza, dall’altro i cittadino che restituisce una parte del suo tempo, mettendolo a disposizione della comunità, in progetti che migliorano la qualità di vita della collettività».

 

Il principio cardine dei PUC è che le attività previste nell’ambito dei progetti non sono in alcun modo assimilabili ad attività di lavoro subordinato o parasubordinato o autonomo, trattandosi di attività – contemplate nello specifico del Patto per il Lavoro o del Patto per l’Inclusione Sociale – che il beneficiario del Reddito di cittadinanza è tenuto a prestare, e che, pertanto, non danno luogo ad alcun ulteriore diritto.

 

Nello specifico, i PUC si dividono in nove tipologie:

 

  • Amministrazione condivisa: affiancamento al personale interno degli uffici comunali, in attività̀ di accoglienza, orientamento di base ai servizi, di segreteria e di supporto generico agli uffici comunali;
  • Verde Comune: attività̀ di cura, sistemazione, pulizia e valorizzazione del verde pubblico;
  • Occhi Vigili: supporto per la sicurezza stradale e tutela del patrimonio pubblico, aggiuntivo e non sostitutivo di quello ordinariamente svolto dalla Polizia Municipale;
  • Biblioteca, patrimonio di tutti: attività̀ di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio delle Biblioteche Comunali;
  • Benvenuti: attività̀ di custodia e portierato presso immobili pubblici e primo front office di orientamento agli uffici;
  • Città in manutenzione: attività̀ di piccola manutenzione ordinaria degli immobili comunali e degli arredi urbani;
  • Differenzio: supporto alle attività̀ di sensibilizzazione, promozione e corretta esecuzione della raccolta differenziata;
  • Spiagge pulite: attività̀ di cura, sistemazione pulizia e valorizzazione delle spiagge pubbliche;
  • Volontari contro il Covid: attività̀ di supporto al mantenimento delle distanze sociali come previste protocolli sanitari contro la diffusione del virus .

 

 

Da agosto, nel Comune di Fasano sono stati attivati i seguenti PUC:

 

Amministrazione Condivisa che prevede la partecipazione dei beneficiari Reddito di cittadinanza a supporto del personale interno agli uffici comunali, in attività di accoglienza, orientamento di base ai servizi, di segreteria e di  supporto generico alle attività di ciascun ufficio ( per ora al centralino, ufficio tributi, affari generali)

 

– Volontari contro il Covid, che prevede la partecipazione dei beneficiari Reddito di cittadinanza in attività di controllo per il rispetto delle misure di distanziamento sociale previste dai protocolli sanitari per contrastare il contagio da Coronavirus, in particolare controllo e vigilanza dei cittadini all’entrata e uscita nelle aree di prossimità degli uffici pubblici, misurazione della temperatura, ecc…

 

Mentre sono di prossima attivazione i progetti:

 

– Occhi vigili: che prevede la partecipazione dei beneficiari Reddito di cittadinanza in attività di supporto alla Polizia Municipale per la sicurezza stradale: mediante stazionamento presso varchi stradali e attraversamenti pedonali per rafforzare i divieti della segnaletica fissa e mobile, in occasione di eventi o iniziative che comportino modifiche della viabilità;  controllo e vigilanza degli alunni all’entrata e uscita nelle aree di prossimità dai plessi scolastici, osservazione del territorio, tutela del patrimonio pubblico e prevenzione relativamente a comportamenti palesemente atti a turbare la pacifica convivenza, con particolare riferimento ai parchi pubblici, aree verdi, aree cimiteriali.

 

– Differenzio: che prevede la partecipazione dei beneficiari Reddito di cittadinanza in attività di custodia e presidio dell’attività di raccolta dei rifiuti, potenziamento dello sportello informativo, distribuzione materiale informativo sulla raccolta differenziata, iniziative di supporto alla sensibilizzazione e alla corretta informazione ai cittadini e alle aziende rispetto alle corrette modalità di differenziazione del rifiuto. Il progetto prevede inoltre l’attività di semplice supporto agli operatori dei soggetti affidatari dei servizi di pulizia delle strade e raccolta rifiuti (svuotamento cestino, raccolta sfalci, e decespugliamento dei cigli stradali, ecc.).

BrindisiOggi

 

ITS LOGISTICA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*