Coltivava marijuana in un rudere abbandonato, ripristinati i domiciliari per un 19enne

BRIDNISI –  Beccato in flagranza di reato mentre coltivava 17 piantine di marijuana, ripristinati i domiciliari per un 19enne di Ostuni. La Polizia di Stato, nell’ambito di un azione di  prevenzione e repressione dei reati in materia di droga, ha arrestato un ragazzo di 19 anni.

A ottobre scorso era già stato arrestato dalla Polizia nella flagranza di coltivazione e detenzione di marijuana ai fini di spaccio, in concorso con una ragazza.

In un rudere in stato di abbandono furono sorpresi dai poliziotti del Commissariato ostunese ad armeggiare su 17 piantine di marijuana, inoltre gli agenti trovarono e  sequestrarono vario materiale di confezionamento della droga ed altro stupefacente.

Complessivamente l’intervento congiunto portò al  sequestro di circa 800 grammi di marijuana.

Dopo la convalida degli arresti i due furono rimessi in libertà ma il pubblico ministero che aveva operato gli arresti ha proposto ricorso ottenendo con sentenza irrevocabile che venissero ripristinati gli arresti domiciliari nei confronti del T.A.O eseguiti in data odierna da personale del Commissariato della Città Bianca.

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*