Concessioni demaniali, Lopalco: “E’ solo una proroga tecnica di un anno per valutare le proposte dei lidi”

Poseidone articolo

BRINDISI –  L’amministrazione comunale intende precisare, a proposito della proroga delle concessioni demaniali in riferimento agli stabilimenti balneare, che con propria delibera del 24 aprile 2020 ha ritenuto di estendere il termine della durata delle concessioni demaniali marittime al 31 dicembre 2033, ai sensi della legge 145/2018 art.1 comma 682, 683 e 684.

L’ufficio competente, nonostante nel periodo dalla delibera fino ad oggi si siano verificate circostanze che hanno indebolito il quadro normativo di riferimento (su tutte la sentenza della Corte di Cassazione penale e la messa in mora della Commissione Europea), ha ritenuto comunque di avviare il procedimento, ai sensi della legge 241/90.

Lo ha fatto chiedendo una serie di integrazioni documentali, conformemente a quanto disposto dall’amministrazione nella delibera del 24 aprile.

L’amministrazione ha chiesto ai gestori di intervenire con adeguamenti di miglioramento dei contesti, secondo quanto previsto da normative regionali e statali in materia di ambiente, paesaggio ed urbanistica.

“L’obiettivo – dichiara l’assessore alle Politiche ambientali Roberta Lopalco – è quello di assumere degli impegni ai fini della riqualificazione dei lidi sotto i vari profili predetti, come ad esempio l’eliminazione dei detrattori ambientali e paesaggistici. Tutto ciò anche al fine di rendere più attrattiva e fruibile la nostra costa.  Si è reso dunque necessario concedere una proroga tecnica di un anno al fine di consentire agli uffici la valutazione delle proposte pervenute”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*