Controlli nel weekend di San Martino: arresti, denunce e segnalazioni

BRINDISI – Controlli contro ‘le stragi del sabato sera’ durante il weekend di San Martino: due arresti, sei persone denunciate e sette segnalazioni. Il servizio è stato messo in atto in tutta la provincia di Brindisi dagli uomini dell’Arma dei carabinieri. Servizio straordinario di controllo del territorio ad “alto impatto” sui luoghi della “movida” e per la prevenzione delle “stragi del sabato sera” dal pomeriggio di sabato fino all’alba di questa mattina.

Quaranta militari impegnati nel particolare servizio con l’ausilio di unità cinofile antidroga del Nucleo di Modugno (Bari) e della compagnia Intervento Operativo dell’11 Reggimento “Puglia” di Bari.  Due persone arrestate di cui una in esecuzione di provvedimento restrittivo e una arrestata nella flagranza di reato,  6 deferite a piede libero, 7 segnalate quale assuntori  di stupefacente, nonché 281 persone controllate, di cui 39 di particolare interesse operativo. Controllati 6 esercizi pubblici, elevate sanzioni amministrative. Questo il bilancio dell’operazione lanciata dai Carabinieri su tutto il territorio provinciale. E’ questo il bilancio del servizio straordinario di controllo del territorio.

In particolare a San Donaci i carabinieri della Stazione congiuntamente ai militari della C.I.O. Compagnia Intervento Operativo dell’11 Reggimento “Puglia” nel corso di una serie di posti di controllo e perquisizioni operate nel centro abitato hanno segnalato all’Autorità Amministrativa due persone del luogo un 22enne e un 23enne, trovati rispettivamente in possesso rispettivamente di 4 e 2 grammi di hashish sottoposti a sequestro occultati nelle tasche dei pantaloni.

A San Pancrazio Salentino, i militari hanno denunciato in stato di libertà un 45enne del luogo per reiterazione della guida senza patente, l’uomo è stato sorpreso in via Taranto alla guida di un’autovettura di proprietà di una congiunta, senza la patente di guida perché mai conseguita, reiterando analoga violazione commessa il 21 gennaio 2018. L’autovettura è stata affidata alla proprietaria.

Mentre a Ceglie Messapica sono stati deferiti in stato di libertà due uomini di Latiano di 52 e 36 anni, a seguito di perquisizione trovati in possesso rispettivamente di un bastone del genere proibito e di un coltello a serramanico della lunghezza di 15 cm occultati nelle rispettive autovetture. I manufatti sono stati sottoposti a sequestro. Nello stesso contesto operativo sono stati perquisiti un 30enne di Mesagne e un 42enne di Torre Santa Susanna, trovati in possesso di una dose di cocaina cadauno, lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro e i possessori segnalati all’Autorità Amministrativa.

A Fasano, i carabinieri hanno segnalato all’ Autorità Amministrativa un 26enne di Ostuni, che a seguito di perquisizione domiciliare effettuata con l’ausilio del Nucleo Cinofili di Modugno, è stato trovato in possesso di 2 grammi di cocaina suddivisa in due dosi occultata in un cofanetto riposto nel soggiorno.

Sempre nell’ambito dei controlli sulla città di Brindisi in Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile hanno: segnalato all’ Autorità Amministrativa un 24enne del luogo, fermato e perquisito in via Appia è stato trovato in possesso di un involucro contenente grammi 4 di hashish, sottoposto a sequestro, occultato nel borsello.

Nel corso di un posto di controllo effettuato in via Cellini, sottoposto a controllo un operaio 22enne del luogo alla guida della sua autovettura trovato in possesso di 1 grammo di hashish e segnalato all’Autorità Amministrativa. Nella circostanza l’uomo si è rifiutato di sottoporsi agli accertamenti finalizzati a stabilire se fosse alla guida sotto l’effetto di stupefacente e quindI deferito all’Autorità Giudiziaria. Il veicolo su cui viaggiava è stato sequestrato, la patente di guida ritirata. Analogamente un operaio 30enne del luogo fermato alla guida di un furgone Volkswagen di proprietà del suo datore di lavoro, sorpreso con una dose di cocaina occultata nel portafogli, si è rifiutato di sottoporsi  agli accertamenti finalizzati a stabilire se fosse alla guida sotto l’effetto di stupefacente, ed è stato  deferito all’Autorità Giudiziaria. Il veicolo è stato affidato al proprietario, la patente di guida ritirata, il conducente segnalato all’Autorità Amministrativa.

A Carovigno i Carabinieri della Stazione, d’iniziativa hanno rinvenuto in Contrada Colacavallo una Alfa Romeo Giulietta asportata sempre in Carovigno il 7 novembre 2018, denunciata dal proprietario lo stesso giorno presso quella Stazione Carabinieri; a Cellino San Marco i Carabinieri della Stazione hanno rinvenuto in contrada Chimienti una fiat Panda denunciata provento di furto avvenuto il 6 novembre scorso in Surbo (LE) e denunciata presso quella Stazione Carabinieri. Gli automezzi dopo le formalità di rito sono stati restituiti ai legittimi proprietari.

Complessivamente, nell’ambito dell’attività sono stati controllati 207 veicoli e 281 persone, 3 sono state le patenti ritirate, nonché irrogate sanzioni amministrative per violazioni sulla sicurezza stradale per un importo pari ai 5.835 €.

Il tutto orientato alla prevenzione e repressione dei reati e degli illeciti in genere, al fine di assicurare un elevato target di sicurezza. Il servizio è stato finalizzato anche ad assicurare una cornice di serenità ai cittadini che in considerazione della serata autunnale contraddistinta da un clima particolarmente mite nonché della giornata prefestiva della vigilia di San Martino si sono riversati sui luoghi di aggregazione e nei locali pubblici. Il dispositivo ha anche interessato le contrade rurali dove in passato sono stati rinvenuti autoveicoli e mezzi agricoli oggetto di furto, nonché refurtiva varia ed armi.

BrindisiOggi

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*