Covid, nelle ultime ore perdono la vita  nell’ospedale Perrino tre persone. Oggi i nuovi positivi sono 69

Poseidone articolo

BRINDISI- Covid, nelle ultime ore perdono la vita  nell’ospedale Perrino tre persone. Altissima la percentuale dei decessi nella provincia di Brindisi che solo la scorsa settimana ha contato 20 persone morte per Covid. I tre pazienti che sono deceduti oggi nel nosocomio brindisino erano tutti ricoverati nel reparto di Rianimazione. E’ morto un uomo di 50 anni, un di 65 anni ed una donna di 81 anni.

Attualmente i ricoverati al Perrino sono 66 così suddivisi: 18 in Malattie Infettive, 23 in Pneumologia, 29 in Medicina Interna e 6 in Rianimazione. Ad Ostuni, invece, sono ricoverati 24 pazienti in Medicina Interna e 19 in Pneumologia. Nel post Covid di Mesagne vi sono 15 pazienti e in quello di Ceglie Messapica 11.

Nel frattempo oggi in Puglia ci sono 1101 nuovi casi positivi, di questi 69 in provincia di Brindisi e 30 decessi in tutta la Regione.

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi lunedì 30 novembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 4.151 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.101 casi positivi: 515 in provincia di Bari, 69 in provincia di Brindisi, 87 nella provincia BAT, 198 in provincia di Foggia, 65 in provincia di Lecce, 162 in provincia di Taranto, 5 residenti fuori regione.

Sono stati registrati 30 decessi: 14 in provincia di Bari, 3 in provincia di Brindisi, 9 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Taranto.

 

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 784.515 test.

14.065 sono i pazienti guariti. 38.772 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 54.320, così suddivisi: 20.839 nella Provincia di Bari; 6.186 nella Provincia di Bat; 3.819 nella Provincia di Brindisi; 12.589 nella Provincia di Foggia; 4.119 nella Provincia di Lecce; 6.408 nella Provincia di Taranto; 359  attribuiti a residenti fuori regione; 1 provincia di residenza non nota.

 

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

 

BrindisiOggi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*