Dopo anni pubblicata la graduatoria definitiva per l’assegnazione delle case popolari

Poseidone articolo

BRINDISI – Dopo anni anche il Comune di Brindisi ha una graduatoria per l’assegnazione delle case popolari. E’ stata infatti pubblicata la graduatoria definitiva dei richiedenti degli alloggi comunali.

Ieri  mattina è stato effettuato il sorteggio telematico dei parimerito, a seguire, con determinazione n.951 del 31 luglio 2020, si è proceduto all’approvazione e pubblicazione della graduatoria definitiva. Da questo momento sarà possibile assegnare gli alloggi di Edilizia residenziale pubblica che si renderanno disponibili nel Comune di Brindisi. “E’ stato un risultato voluto dalla nostra amministrazione – afferma il sindaco Riccardo Rossi – ed ottenuto grazie al lavoro approfondito del settore Patrimonio e casa”.

 La nota a firma  del gruppo consiliare del Pd, escluso il consigliere Antonio Elefante: ” Il tempo è galantuomo, sempre. Amministrare una città complessa e difficile come Brindisi rende necessari una buona dose di coraggio e tanta lungimiranza. Sin dal primo giorno di questa consiliatura abbiamo messo in conto che la speculazione politica, purtroppo, avrebbe  rappresentato il maggior ostacolo agli sforzi che intendevamo fare, e che stiamo facendo, per riportare la nostra città e la nostra comunità sull’auspicato percorso di giustizia sociale.

Non è certamente facile dimenticare i gravi insulti ricevuti quando, responsabilmente, con l’approvazione del piano di riequilibrio pluriennale, abbiamo messo un punto importante finalizzato a perseguire il risanamento delle finanze comunali mediante un’efficiente razionalizzazione della spesa. Alla base delle nostre determinazioni c’era la piena consapevolezza di sostenere le scelte migliori e le più giuste possibili. Abbiamo cercato di farlo capire in quel consesso, lo abbiamo gridato ma la rabbia e la strumentalizzazione sobillata da qualcuno, avevano preso, in quel momento, il sopravvento facendo perdere la lucidità a molti.
La notizia dell’aggiudicazione del servizio di riscossione coattiva, che permetterà alle casse comunali un risparmio di circa 2,5 milioni di euro e soprattutto garantirà l’assorbimento della platea storica dei lavoratori, ci ripaga in larga parte di tutta l’amarezza e delusione che abbiamo vissuto nel consiglio comunale per l’approvazione del riequilibrio pluriennale.
È sicuramente un grande risultato come lo è  anche la pubblicazione della graduatoria definitiva degli aventi diritto degli alloggi popolari. Per anni il settore patrimonio e casa del Comune di Brindisi è stato l’epicentro di mercimonio e clientelismo.
Una delle priorità del nostro programma era proprio quello di fermare lo sfruttamento dei bisogni dei cittadini più fragili e indifesi, ripristinando certezze e legalità per una questione, quella dell’emergenza abitativa, molto sentita in città.
Questo ci sprona ad andare avanti con maggiore convinzione e determinazione per restituire giustizia e diritti a tutti i cittadini di Brindisi.
Il Partito Democratico di Brindisi continuerà a sostenere la buona Politica e la buona Amministrazione con la convinzione che serietà e perseveranza consentiranno i risultati sperati”.

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*