Due amiche minorenni fuggono dalla comunità, ritrovate in una casa a Brindisi

BRINDISI – Due amiche minorenni si allontanano dal centro di accoglienza, ritrovati dalla polizia a casa di un parente a Brindisi. Entrambe originarie di Brindisi avrebbero raggiunto il capoluogo in autostop. Prese in carico dalle assistenti sociali, le adolescenti, sono state riaccompagnate presso la comunità regionale.

Sono state ore di apprensione per due ragazzine brindisine di 14 e 16 anni fuggite dal centro di accoglienza regionale, che si trova fuori la provincia di Brindisi. Le amiche sono fuggite il 27 aprile con uno zainetto in spalla e con pochi indumenti all’interno.

Gli agenti della sezione Volanti – guidati dal vice questore Vincenzo Maruzzella – contattati dagli educatori della comunità, si sono messi subito alla ricerca delle ragazzine e dopo diverse verifiche, anche con l’aiuto dell’ufficio Anagrafe, si è giunti al ritrovamento delle minori.

Le amiche sono state ritrovate presso l’abitazione di un parente di una delle due a Brindisi. Forse – stando alla ricostruzione effettuata dagli investigatori – avrebbero raggiunto il capoluogo brindisino per un incontro o evento programmato. Le minorenni avrebbero raccontato ai poliziotti di aver raggiunto Brindisi in autostop. Le due minori sono state riaccompagnate nella comunità nella serata di ieri.

(Foto di repertorio)

Mar.De.Mi.

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*