Forza Italia: “Il sindaco su Versalis improvvisazione e incapacità”

BRINDISI – “Rimaniamo basiti dalla superficialità con la quale il Sindaco Rossi emette e revoca ordinanze sindacali.
La revoca dell’ordinanza di sospensione delle attività dell’impianto ENI Versalis, ci conferma quanto Rossi sia imprigionato in paradigmi ideologici tali da provocare nette divisioni tra cittadini, velenose battaglie social, panico tra i lavoratori e i loro familiari, delegittimazione dell’assise comunale e delle parti sociali, danni incalcolabili al comparto industriale. E tutto questo perché? Per ottenere un tavolo tecnico permanente, come dichiara Rossi, al quale non ci risulta che ENI si sia mai sottratta in passato, e sul quale lui prova a poggiare la revoca dell’ordinanza”, ad affermarlo è il coordinamento cittadino di Forza Italia Brindisi.
“Non sarà piuttosto accaduto che, pur di risalire la china del gradimento politico, e di riconquistare posizioni di “ambientalismo ideologico”, abbia pensato di azzardare una manovra così pericolosa per l’economia e per l’occupazione del territorio? – aggiungono dal coordinamento –  Brindisi merita rispetto ambientale e su questa posizione converge l’intera classe politica brindisina, ma fermare un impianto industriale tra i più importanti d’Italia senza avere uno straccio di prova del superamento dei limiti delle emissioni, la dice lunga sulla improvvisazione e sulla incapacità del Sindaco che, abbandonato anche da diversi esponenti del suo partito di maggioranza relativa, non può far altro che spostare la questione sul tavolo barese al fine di garantirsi almeno la copertura politica del governatore Emiliano. Non è di questo che Brindisi ha bisogno. Del resto, ce ne accorgeremo quando si tornerà a mettere le mani sui conti del Comune e ci si renderà conto in quale baratro il sindaco Rossi ci ha fatto crollare”.

Non Solo Pane

1 Commento

  1. La incredibile vicenda offerta dal Sindaco, relativa alla ordinanza di sospensione della attività Eni Versalis ed alla revoca della stessa a seguito dell’ottenimento di un piano tecnico di discussione, è inquadrabile nell’atto primo di una ridicola sceneggiata politica messa in onda dal Sindaco non solo per i cittadini, ma per l’intero Paese, e, non meriterebbe citazione alcuna se non fosse per gli innumerevoli danni economici e sociali provocati e per la cattiva immagine del Comune. Epperò, utile è l’occasione per rammentare al locale Partito di Forza Italia che giammai “tornerà a mettere le mani sui conti del Comune” in quanto saranno, verosimilmente molto presto, altri Ogani a presentare il CONTO ai cittadini. Ho più volte rilevato con preciso richiamo a norme e regolamenti la ritenuta non corretta gestione amministrativa del Comune da parte degli Organi di Programmazione e di Esecuzione, ma non ho riscontrato eventuali concreti atti di denuncia per illegittimità di provvedimenti o mancata adozione di delibere per danni erariali.
    Brindisi, 04/06/2020 Franco Leoci

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*