Furto alla stazione di servizio, dopo l’inseguimento con i carabinieri escono fuori strada, recuperata la refurtiva

CELLINO SAN MARCO – Inseguimento tra i carabinieri e i ladri, i malviventi fuggono a piedi nelle campagne ma i militari recuperano la refurtiva. È accaduto nella notte tra il 18 e il 19 gennaio sulla complanare Brindisi- Mesagne. L’inseguimento è durato per 10 chilometri, sino a quando i malviventi non sono usciti fuori strada, hanno abbandonato la vettura un ‘Alfa Romeo Giulietta e sono fuggiti a piedi nelle campagne. Il furto era stato perpetrato a Cellino San marco all’interno del distributore di carburanti in via San Donaci. Nelle immagini di video sorveglianza si vedeva che 2 malviventi dopo aver scardinato la porta del locale, esportavano tutti i tabacchi esposti all’interno dell’esercizio e il registratore di cassa, contenente monete metalliche. Gli autori,  erano vestiti con tute bianche e travisati con cappellini scuri e con i guanti indossati, dopo aver fatto razzia dei tabacchi, si sono dileguati a bordo di una Alfa Romeo Giulietta nera con targa temporanea d’importazione tedesca. Le ricerche tempestivamente diramate, hanno permesso ai Carabinieri della Stazione di San Donaci di intercettare i fuggitivi, che a velocità sostenuta dopo un inseguimento durato per oltre 10 km hanno terminato la corsa sulla complanare Mesagne-Brindisi fuoriuscendo dal manto stradale e finendo in un canale di scolo a bordo della carreggiata. Gli occupanti sono riusciti a fuggire nelle campagne adiacenti ed è in corso una battuta al fine di rintracciarli. La refurtiva asportata comprendente 260 pacchetti di sigarette per un valore di 1.500 euro e la somma di 30.00 euro in monete metalliche è stata recuperata e consegnata al legittimo proprietario.

BrindisiOggi

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*