Il questore Terribile: “I cittadini devono collaborare, sono il veicolo della democrazia”

Poseidone articolo

BRINDISI- Coglie l’occasione della conferenza  stampa dell’arresto dei due giovani ragazzi, uno minorenne e l’altro appena diciottenne, per aver rapinato un supermercato, per lanciare il suo appello e in qualche maniera tirare un bilancio di questa sua breve esperienza come questore  di Brindisi. Alfonso Terribile, dopo 16 mesi è stato trasferito a Rimini, dal primo novembre  guiderà la questura messapica Giuseppe Cucchiara.“Questa è una città bellissima con tante potenzialità, ma i cittadini devono imparare a collaborare- ha detto Terribile- con la giustizia ma anche nella partecipazione civica, devono essere il mezzo per veicolare la democrazia. Questo fenomeno delle rapine compiute dai giovanissimi deve far riflettere tutti, i giovani vanno aiutati. Bisogna creare le condizioni per aiutarli”. Il questore racconta di aver parlato personalmente con uno degli autori delle rapine. “Un ragazzo molto educato, con problemi economici, proveniente da una famiglia in gravi difficoltà- racconta- quando l’ho incontrato per la prima volta questo inverno non era  per nulla pentito, aveva un’elevata autostima. Molto spesso la stampa e la tv fanno apparire i criminali come eroi, attori protagonisti. Ma una cosa questi ragazzi devono saperla, se si sceglie la criminalità o si va sotto terra o si va in galera”.

Di Brindisi avrà un bel ricordo, anche se ha evidenziato le sue grandi contraddizioni, dal porto senza navi ad una zona industriale senza occupazione, da un meraviglioso centro storico deturpato dai grandi palazzi. “Sono stati 16 mesi intensi- conclude il questore- durante i quali abbiamo dovuto affrontare delle difficoltà. Ma una cosa posso dire di questa questura, Brindisi con questi uomini può stare tranquilla, i cittadini sono al sicuro”

Lu.Po.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*