Inchiesta al Comune, due gli indagati per abuso d’ufficio

BRINDISI- Al momento sono due gli iscritti nel registro degli indagati. Ma questi potrebbero aumentare nel fascicolo di inchiesta aperto  dalla Procura brindisina sull’affidamento  da parte del Comune delle manifestazioni estive all’associazione Motumus e sulla proroga del servizio di rassegna stampa e di call center alla News sas, ex società del sindaco Consales, che da 15 anni svolgeva questo servizio.

L’ipotesi di reato è di abuso d’ufficio, visto l’incarico  ricoperto dai due. Ieri mattina il blitz degli uomini della Digos a Palazzo di città, per acquisire su disposizione dei pm Giuseppe De Nozza e Savina Toscani,  diversa documentazione riguardante le delibere approvate dalla giunta Consales sulle due questioni. Un elenco lungo di documentazione, circa dieci punti, la maggior parte riguardante l’affidamento di questi servizi, solo l’ultimo chiedeva l’acquisizione della fattura di una cena istituzionale pagata dal Comune  per la visita di un ministro albanese, alla quale aveva partecipato  come vice sindaco Paola Baldassarre e altri sindaci della provincia. Pagata circa 1200 euro.

Ma questo episodio sembrerebbe irrilevante nel contesto delle indagini che si sarebbero concentrate sulla spesa di 212 mila euro per affidamento diretto, fatto con delibera di giunta, delle manifestazioni estive all’associazione Motumus, e alla proroga di tre mesi sino al 31 dicembre, per circa 35 mila euro alla News, proroga rinnovata anche a gennaio di quest’anno.

Lu.Po.

Non Solo Pane

1 Commento

  1. affare deliicatissimo che non consente ipotesi o supposizioni campate in aria. Attendiamo con fiducia gli esiti dell’indagine… Gabriele

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*