L’azienda consegna in ritardo i documenti all’Inps, operai Revisud senza cassa integrazione

BRINDISI – L’azienda consegna in ritardo i documenti all’Inps e gli operai restano senza cassa integrazione. “Ancora una volta l’azienda Revisud mette in difficoltà le sue maestranze  che ancora non hanno ricevuto la cassa integrazione del mese di aprile per la ritardata consegna degli SR 41 all’INPS”, afferma Angelo Leo segretario provinciale Fiom Cgil.

I lavoratori esasperati dal ritardo si sono rivolti alla FIOM CGIL Brindisi e alla UGL Brindisi per intervenire presso la Prefettura di Brindisi. I segretari Angelo Leo e Damiano Flores hanno ringraziato la vice prefetto Olivieri per la urgente convocazione sindacale avvenuta alle ore 16.30 presso la Prefettura,  che ha scongiurato un possibile sit-in dei lavoratori in un momento in cui non si possono tenere manifestazioni ed assembramenti. Olivieri ha assicurato un intervento nei confronti dell’azienda per quanto tardivamente adempiente  e  scongiurare che il prossimo mese succeda la stessa cosa. Inoltre la Prefettura interverrà a favore dei lavoratori per sollecitare l’INPS per la più rapida liquidazione della cassa integrazione di aprile.

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*