Legalità, Questura, Provveditorato e Confindustria lanciano un concorso per gli studenti

Poseidone articolo

BRINDISI- Un progetto che incentiva la legalità nelle scuole, Questura di Brindisi, Provveditorato agli studi e Confindustria insieme per “Pretendiamo la legalità, a scuola con il Commissario Mascherpa”. Anche quest’anno il Miur promuove un progetto i cui destinatari sono i ragazzi. Questa mattina presso la Questura di Brindisi sono state presentati i concorsi “L’amicizia è una cosa vera”  e “L’amicizia è una cosa seria”, destinatari gli alunni della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado. “ Si tratta di concorsi che stimolano il sentimento alla legalità e i cui vincitori accederanno alla competizione nazionale- ha spiegato il questore Ferdinando Rossi- Grazie alla collaborazione con Confindustria Brindisi, questi ragazzi avranno anche l’opportunità di vincere delle borse di studio. In un momento in cui la pressione del crimine è sempre forte c’è bisogno di incentivare il percorso della legalità partendo proprio dalle scuole”. Favorevole e disponibile all’iniziativa Confindustria che attraverso il suo presidente, Patrick Marcucci, ha detto: “Daremo il massimo per questa iniziativa e soprattutto per i nostri ragazzi”. Presente a nome del provveditorato anche Giuseppina Lotito: “Useremo il tema dell’amicizia perché è la chiave più semplice per avvicinare i ragazzi alla legalità. L’amicizia implica rispetto”. Gli studenti produrranno delle opere letterarie figurative ma anche novel grafic e video che poi saranno giudicati da una giuria entro marzo 2020.

BrindisiOggi

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*