Legge Salvini sulle spiagge brindisine, multati altri 4 ambulanti

FASANO – Le norme Salvini arrivano sulle spiagge brindisine, multati altri quattro ambulanti. Le linee guida di ‘Spiagge sicure-Estate 2018’ illustrate a giugno scorso continuano a portare risultati: sulle spiagge fasanesi e ostunesi sono stati sanzionati 4 venditori ambulanti e sequestrata la merce contraffatta. L’attività è stata eseguita dagli uomini della Capitaneria di porto di Brindisi, dai militari degli uffici di Savelletri, gli agenti della Municipale di Fasano e polizia di Ostuni.

Durante il fine settimana, sono proseguiti i controlli per la “Prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale sulle spiagge e della contraffazione” – “Spiagge sicure-Estate 2018”. In particolare sulle spiagge del comune di Fasano sono stati sanzionati 2 venditori ambulanti di diverse nazionalità, con relativo sequestro amministrativo di tutta la merce in loro possesso.

Sulle spiagge di Ostuni sono state elevate due sanzioni amministrative con relativo sequestro di merce varie, a carico di due venditori ambulanti extracomunitari.

Inoltre, con le giornate caratterizzate da forti venti di maestrale, è aumentata l’attività di kitesurfing (tavola con aquilone) disciplinata dall’ordinanza n.27/2017 della Capitaneria di Porto di Brindisi “Regolamento sulla disciplina del diporto nautico nell’ambito del circondario marittimo di Brindisi”.

L’ordinanza vieta la pratica del kitesurfing a una distanza inferiore a metri quattrocento dalle spiagge e dalle scogliere basse, ed impone l’utilizzo di un corridoio di lancio esclusivamente predisposto per tale scopo. In località Fiume Morelli del Comune di Ostuni, diverse sono state le sanzioni elevate, in quanto soggetti stavano effettuando attività di kitesurf, nella zona dei 200 metri dalla costa, con presenza di bagnanti in acqua, sprovvista tra l’altro di corridoio di lancio. Per questa violazione, prevista è una sanzione massima di € 688,50.

Nel fine settimana, mezzi navali della Guardia Costiera, hanno sanzionato amministrativamente numerose imbarcazioni da diporto che sostavano e/o navigavano nella fascia dei 200 metri dalla costa, zona riservata alla balneazione e pertanto interdetta alla navigazione per ovvie ragioni di sicurezza.

Il comandante della Capitaneria Minervino, infine, nell’assicurare che i controlli continueranno incessantemente per il resto della stagione estiva, sensibilizza tutti gli operatori del settore turistico balneare e i fruitori del mare a porre attenzione sul rispetto delle norme previste dalle ordinanze balneari della Regione Puglia e della Capitaneria di Porto di Brindisi, con particolare attenzione alla sicurezza della balneazione e alla salvaguardia della vita umana in mare.

“Per informazioni il personale della capitaneria di porto è sempre disponibile al numero 0831521022 mentre in caso di emergenza è necessario contattare il numero ‘blu’ per le emergenze in mare 1530 attivo 24 ore su 24″.

BrindisiOggi

Non Solo Pane

1 Commento

  1. C è una famiglia marocchina con tre figli di cui uno con la sindrome di down a penna grossa fra gli ambulanti che cercano come tutti i genitori del mondo di portare avanti dignitosamente i propri figli..aiutateli se non possono vendere…vigili cari di Brindisi state facendo il vostro dovere è vero…PERÒ IO È DA UNA SETTIMANA CHE HO UNA BARCA PARCHEGGIATA SOTTO CASA..SIETE PURE PASSATI MA MULTE NON ME HO VISTE..EPPURE NON ABITO AL PORTO..

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*