L’Enel basket affronta Sassari, Sacchetti: “Torno sull’isola da avversario contro mio figlio”

BRINDISI- Le strade di Brindisi e Sassari s’incrociano, ancora una volta, nel momento cruciale della stagione. La differenza sostanziale è in panchina, lì, dove Sacchetti ha vinto il triplete alla guida della Dinamo e dove proverà, sul fronte opposto, a staccare il ticket del play off.

Una partita speciale, dall’alto valore emotivo per il coach nativo di Altamura che ritorna al PalaSerradimigli dopo il divorzio mal digerito dall’ambiente sassarese. “ Sarà una gara particolare – ha dichiarato Sacchetti – perché ritorno in Sardegna da avversario e giocherò contro mio figlio. Non so come mi accoglieranno i tifosi, spero almeno in un applauso. Restano solo sei gare, sei finali, alla conquista del traguardo e la posta in palio è importante tanto per noi quanto per loro.  Mi fa strano – ha continuato – pensare a Sassari come una diretta concorrente, che in questo momento ha due punti in più rispetto a noi. Ci giocheremo questa chance, loro avranno il vantaggio del fattore campo, ma se riusciremo, a esprimere l’intensità e l’agonismo della scorsa settimana, assisteremo sicuramente a una bella gara ”.

Contro Avellino l’esordio di Samuels è stato un trionfo: 17 punti in 16’, con 2 triple e 8 rimbalzi. “ Samardo ha fatto molto bene – ha continuato – ma soffermandoci sulla sua prestazione, abbiamo oscurato il lavoro costruito dalla squadra prima del suo ingresso, infondo, la spallata l’abbiamo data senza di lui. Non possiamo pretendere miracoli da Samardo e aspettarci ritmi diversi rispetto a quelli  di domenica scorsa. Stiamo lavorando per riportarlo in forma il prima possibile. Abbiamo parzialmente risolto il gap in post basso. Il problema dei rimbalzi non si risolve solo grazie alla stazza, è una questione di mentalità e aggressività perché bisogna avere voglia di andare a rimbalzo e di fare il taglia fuori”.

Dopo due mesi di digiuno, Sassari è tornata a vincere domenica scorsa in trasferta (Cremona) grazie anche al season high, alla voce punti segnati, di Trevor Lacey (24), David Lighty (19) e Diego Monaldi (5). Gli isolani nelle prossime tre settimane si giocheranno le chances per chiudere in cassaforte il quarto posto. Dopo Brindisi, infatti, saranno ospiti di Trento (con cui hanno vinto di 3 all’andata) e poi attenderanno Capo d’Orlando. Confronti delicatissimi contro due contendenti che, nella classifica attuale, occupano il quarto e il quinto posto a pari merito a quota 28, 2 punti in più degli isolani.

“ Mia moglie – ha concluso Sacchetti – vuole che vinca io e che Brian giochi

bene. L’importante è che la squadra resti sul pezzo se mi dovessi emozionare. Un allenatore, da solo, non ha mai vinto una partita ”.

Intanto L’Enel Basket Brindisi annuncia di aver stretto una partnership con ‘Bernardi Brindisi Choco Bistrot’.

Lilly Mazzone

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*