Lettera aperta alla dirigente della Motorizzazione per la patente A: “Mi aiuti a capire perchè”

BRINDISI – Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta di una cittadina Giusy Santomanco in merito al conseguimento della patente A2 indirizzata alla dirigente della Motizzazione di Brindisi Carlucci.

Gentile Dottoressa Carlucci,
mi rivolgo a Lei perché il 7 ottobre scorso, in occasione della prova di guida per il conseguimento della patente A2, valida per condurre il motociclo di mia proprietà Benelli Trk 251, ho appreso dell’impossibilità di svolgere la prova con il mio autoveicolo e di dovermi dotare invece di uno di cilindrata 400.
Orbene, poiché in assenza di patente A, alcuna ditta di noleggio è stata disposta a concedermi temporaneamente l’uso di tale tipo di motociclo, ritengo che sia impossibile per me conseguire entro il prossimo 4 dicembre (data di scadenza del foglio rosa) la patente di cui necessito e, conseguentemente, di esercitare il mio diritto di movimento con il veicolo di mia proprietà.
La questione mi è apparsa quanto mai singolare,
se si considera che la patente A che abilita alla guida di un mezzo di qualunque cilindrata (per esempio di un 1200) possa essere conseguita facendo la prova d’esame con una moto di cilindrata pari a 600.
Comprendo che Lei non possa rispondere di questa “discriminazione” normativa, ma mi domando se non sia in Suo potere applicare quanto disposto a gennaio scorso dalla direttiva comunitaria n.
612 del 2020 che obbliga l’Italia ad adeguarsi all’Europa, consentendo così che per il conseguimento della patente A2 si possa usare anche il veicolo di cilindrata 250.
Le sarò grata se Vorrà rispondere a questo mio quesito, che ho affidato alla stampa per la sola ragione che sarà certamente utile ad una moltitudine di utenti che – sentendosi in grado di condurre un motociclo 250 – non debbano essere obbligati ad esercitarsi con mezzi di cilindrata superiore,
i quali metterebbero in pericolo la nostra incolumità, ovvero non debbano sentirsi obbligati a rivolgersi ad una scuola guida, con notevole dispendio di denaro.
RingraziandoLa per la Sua attenzione, Le invio i più distinti saluti.

Giusy Santomanco Caso

ITS LOGISTICA

1 Commento

  1. Gli stati membri devono adeguarsi alla direttiva europea entro il 31/10/2020. Dovrebbe essere in grado di effettuare la prova prima della scadenza del foglio rosa

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*