I migranti dovranno pagare per stare nel dormitorio, approvato il nuovo regolamento

BRINDISI- I migranti d’ora in poi  per restare nel dormitorio di via Prov.le San Vito a Brindisi dovranno pagare 75 euro al mese, è una delle tante norme inserite nel nuovo regolamento del dormitorio approvato  dal Comune di Brindisi e pubblicato questa mattona sull’albo pretorio. Attualmente il dormitorio ospita 116 cittadini stranieri, anche se il regolamento parla di 80 posti letto, oltre la metà di questi lavorano regolarmente e sarebbero anche disposti a trovare un alloggio differente se solo i brindisini fossero disponibili ad affittare loro una casa, in alternativa il Comune li ospita nel dormitorio che con il nuovo regolamento sarà anche centro diurno. La struttura sarà aperta al mattino per sei ore al giorno e sarà a disposizione di tutti coloro che avranno bisogno di assistenza medica. A questo proposito è stata allestita una sala degenze. A breve sarà nominato un responsabile tra i dirigenti comunali. Nel frattempo sarebbe pronta una determina di 70mila euro per l’acquisto di nuovi letti e per la ristrutturazione dei bagni. Tornando ai requisiti, possono usufruire dei servizi i cittadini, temporaneamente senza una dimora ed in condizioni di difficoltà, che abbiano i seguenti requisiti: età superiore a 18 anni; possesso di documento d’identità in corso di validità, per i soggetti italiani e comunitari; possesso di regolare permesso di soggiorno per i cittadini extra-comunitari. Per l’accesso al servizio di pernottamento ciascun ospite dovrà versare anticipatamente una quota giornaliera di  2.50 euro, ovvero una quota mensile pari ad 75.00 euro. Gli ospiti saranno coinvolti a turno nella pulizia della struttura.

Lu.Pez.

 

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*