Mostra di Picasso, sindaco a operatori turistici e commercianti: “Pianificare iniziative”

Poseidone articolo

OSTUNI – Mostra di Picasso ad Ostuni, il sindaco chiama a raccolta gli operatori turistici e commercianti: “Pianificare le attività e iniziative”. L’amministrazione comunale di Ostuni invita gli operatori turistici della Città bianca a fare sistema in occasione della mostra “Picasso, l’altra metà del cielo” e convoca per il prossimo 27 febbraio un incontro pubblico che si terrà alle 15 presso Palazzo San Francesco

L’incontro è rivolto a tutti gli operatori del settore turistico ostunese ed è organizzato dall’Assessorato al Turismo e alla Cultura, in stretta sinergia con l’assessorato alle Attività Produttive del Comune di Ostuni.

L’intento degli assessori di riferimento, Vittorio Carparelli e Maria Zurlo, è quello di coinvolgere attivamente le guide turistiche, i commercianti, i ristoratori, gli albergatori, gli artigiani e tutti professionisti collegati a vario titolo alla promozione turistica della Città bianca, in un processo condiviso volto alla pianificazione strategica di una serie di attività e iniziative collegate alla mostra diffusa “Picasso, l’altra metà del cielo”, che sarà ospitata presso Palazzo Tanzarella dal 24 aprile al 4 novembre 2018.

“Saranno sei mesi estremamente proficui per il settore turistico ostunese, – sottolineano gli assessori – che godrà certamente di un importante flusso di visitatori attratti dall’esposizione delle opere di Picasso, pietra miliare dell’arte contemporanea, sempre capace di emozionare e incuriosire un pubblico ampio ed eterogeneo”.

L’idea degli assessori è quella di stimolare la creatività degli operatori del settore turistico e delle associazioni di categoria, affinché venga organizzata una serie nutrita di eventi collaterali alla prestigiosa mostra, che si aggiungono a quanto messo a punto dagli enti istituzionali, al fine di elevare la qualità dell’accoglienza e trattenere i visitatori quanto più a lungo sul nostro territorio.

Si pensa a percorsi enogastronomici, a iniziative che richiamino l’arte di Picasso e la pittura in generale, a micro eventi capaci di creare attorno alla mostra una universo costellato di cultura, arte, ma anche tradizione e storia locale.

BrindisiOggi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*