Movimento NO Tap, lunedì sit-in a Costa Morena

Poseidone articolo
BRINDISI- Il Movimento  NO Tap della Provincia di Brindisi , sostenuto da una delegazione del Movimento  No Tap di Melendugno , organizza un Sit-in nell’area portuale di Brindisi, Costa Morena, ingresso sud  lunedì 15 ottobre dalle ore 14.00 alle ore 16.00  per protestare contro la presenza della nave Adhemar D/SNT Venant, pronta a iniziare il cantiere TAP per i lavori  in mare al largo di San Foca.
La società svizzera TAP AG, con un progetto di gasdotto inutile, dannoso e costoso che arriva dall’Azerbaijan, vuole riprendere  i lavori dopo il fermo estivo.
Tre cantieri TAP a terra presso Melendugno sono bloccati:
– il cantiere di San Basilio sottoposto ad ordinanza sindacale che ne vieta la ripresa dei lavori a seguito del riscontrato
inquinamento della falda sottostante.
– il cantiere in località Le Paesane sequestrato dalla procura.
– il cantiere presso masseria del Capitano sotto incidente probatorio presso il tribunale penale di Lecce.

Essendo bloccata a terra, TAP vuole ora lo stesso iniziare i lavori in mare al largo di San Foca.
“Ricordiamo che TAP è privo delle concessioni demaniali marittime e che l’ordinanza della capitaneria di porto è illegittima  secondo il parere del Comune di Melendugno e che la non assoggettabilità a Valutazione Impatto Ambientale in mare è attualmente  contestata in tribunale- scrive il Movimento- La nave posatubi ADHEMAR DSNT VENANT della Jan de Nul SA, subappaltatrice di SAIPEM SPA e per conto di TAP AG, deve posizionare
un palancolato subacqueo a circa 1,5 KM dalla costa antistante la Marina di San Foca di Melendugno per il fissaggio del gasdotto. Perciò la Capitaneria di Porto di Otranto ha già emesso l’ordinanza n. 73/2018 che vieta la balneazione, la pesca e la navigazione  su tutta la costa di San Basilio, San Foca fino a Torre dell’Orso dal 5 ottobre 2018 al 31 dicembre 2018”.

La nave Adhemar, lunga 94 metri e larga 22 metri, è ancorata dal 13 settembre sul molo sud che è occupato interamente, da oltre  due anni, anche da decine di migliaia di tubi del gasdotto. A pochi metri, sullo stesso molo, approda ogni lunedì la crociera  MSC Musica, e i croceristi vengono sbarcati proprio tra tubi TAP e la nave Adhemar come benvenuto alla Città di Brindisi.

“Sembra rivivere l’arroganza della LNG che voleva costruire un rigassificatore a Brindisi a poche centinaia di metri dalle banchine di Costa Morena , in una zona industriale affianco ad altri 11 impianti ad alto  rischio di incidente rilevante- aggiungono-  Ricordiamo inoltre che  Brindisi è uno degli 11 porti italiani autorizzati ad ospitare navi e sommergibili nucleari. Così come allora siamo pronti a battere iniziative dettate solo da speculazioni economiche e di nessuna utilità. Il sit-in autorizzato si terrà proprio dalle 14 alle 16 in concomitanza con lo sbarco dei crocieristi e partecipa al Global Gas Frack Down, giornata mondiale contro il fracking e il gas fossile, che vede manifestazioni in sei continenti per la giustuzua climatica”.

BrindisiOggi

Non Solo Pane

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*