Muore a 51 anni la sua famiglia dona gli organi, salvate tre vite

Poseidone articolo

BRINDISI – Tre persone continueranno a vive grazie alla generosità di una famiglia brindisina che ha donato gli organi del proprio congiunto morto ieri a 51 anni. Questa notte, presso l’Ospedale Perrino di Brindisi, è avvenuta una donazione multiorgano, la prima del 2020. L’equipe dell’ospedale ha lavorato in sinergia con il Centro Regionale Trapianti. Le operazioni, iniziate nel primo pomeriggio di ieri (28 febbraio) con l’accertamento di morte e la richiesta di consenso ai familiari, sono proseguite nella notte in sala operatoria con il lavoro di chirurghi, cardiochirurghi e urologi e sono terminate alle 7.00 di questa mattina. Sono stati donati cuore, fegato, reni e cornee. “Grazie infinite ai familiari – si legge nella nota inviata dalla Asl –  per il gesto di altruismo espresso in un momento così drammatico, un atto d’amore che restituisce speranza ai tanti pazienti in attesa di trapianto”.

BrindisiOggi

 

ITS LOGISTICA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*