Nella città di Brindisi 523 positivi, la fascia più colpita quella dai 50 ai 60 anni.

Poseidone articolo
BRINDISI – Nella città ci sono al momento 523 persone positive al Covid, altre 137 sono in isolamento. Questo il dato fornito dalla Prefettura di Brindisi aggiornato al 26 novembre.
La fascia di età più colpita nella città di Brindisi è quella compresa tra i 51 e 60 anni. L’incidenza dei positivi per fascia di età è : 0-10 anni: 17 positivi, 11-20 anni: 57 positivi, 21-30 anni: 41 positivi, 31-40 anni: 59 positivi, 41-50 anni: 102 positivi, 51-60 anni: 110 positivi, 61-70 anni: 59 positivi, 71-80 anni: 55 positivi
81-90 anni: 17 positivi, con più di 90 anni: 6 positivi.
Da ieri l’Asl ha attivato le sei USCA (Unità Speciali di Continuità Assistenziale) nella provincia, due nella capoluogo. Le Unità speciali sono operative tutti i giorni dalle ore 8 alle 20. Sono il medico e il pediatra di base a segnalare alle USCA casi accertati o sospetti di Covid tra i loro assistiti. Il medico di famiglia concorda con il medico USCA la strategia decisionale a domicilio, con relativa terapia ed eventuali analisi.
“Dai dati emerge che la curva dei contagi è ancora in crescita – afferma il sindaco Riccardo Rossi –  ma ha un rallentamento rispetto alla seconda metà del mese di ottobre e alle prime due settimane di novembre. Questo rallentamento ci fa capire che le misure adottate sono necessarie, noi continuiamo a seguire comportamenti corretti, usiamo la mascherina e rispettiamo il distanziamento”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*