Omicidio Marzio: l’autopsia conferma un solo colpo sul lato sinistro del volto

OSTUNI- Giuseppe Marzio è stato ucciso da un solo colpo sparato a distanza ravvicinata dal lato sinistro dell’auto. Il colpo ha attraversato il finestrino lato guidatore e gli ha devastato il volto. E’ morto sul colpo. Lo dice l’esito dell’autopsia eseguita nella tarda serata di ieri dal medico legale Antonio Carusi. L’orario della morte sarebbe compreso tra le 22 e mezzanotte. Il medico attende altri riscontri prima di indicare un orario preciso. Quindi confermata la tesi degli investigatori Giuseppe Marzio freddato con un colpo solo, i fori ritrovati sul cofano sarebbero colpi andati a vuoto. Il 44enne non avrebbe avuto scampo. Resta da chiarire come la vettura abbia continuato la sua corsa per 150 metri. L’ipotesi più probabile è che l’auto grazie alla pendenza della strada e alla marcia inserita abbia continuato a camminare. Proseguono le indagini ora per scoprire chi e perché voleva Giuseppe Marzio morto. L’uomo aveva una lunga lista di  precedenti penali, episodi e circostanze legate ad episodi criminali mai chiarite, come nel caso della bomba alla villetta di Soleto. Marzio unico indagato, dei complici nessuna traccia. Un’inchiesta questa in mano alla Procura di Lecce che ora si chiede se la morte dell’uomo non sia legata proprio a questo episodio.  

Lu. Pez.

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*