Panico in aeroporto, straniero vuole viaggiare senza biglietto, calci e pugni ai poliziotti

BRINDISI- Momenti di panico questa mattina presso l’aeroporto del Salento di Brindisi, dove uno straniero di origine africana è andato in escandescenze perché pretendeva di viaggiare con un biglietto ferroviario. Per placare la furia del giovane sono intervenuti le guardie giurate e gli agenti della polizia di frontiera e della Finanza. L’uomo . ha reagito con violenza prendendo a calci e pugni gli agenti che tentavano di fermarlo. Quattro persone sono finite in ospedale, due guardie giurate, un agente di frontiera e un finanziere. Sul posto sono intervenute tre autoambulanze che hanno trasportato i feriti in ospedale. L’uomo, un 26enne del Burkina Fasu è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Il 26enne è stato portato nel carcere di Brindisi.

“Ennesima aggressione ai poliziotti della polizia di frontiera da un cittadino straniero. Occorre essere immediatamente dotati di pistola taser” è questo il commento di Francesco Pulli, Segretario Nazionale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap).

“Facciamo appello a Questore, Prefetto e Direttore della Polizia di Frontiera IX zona di Bari, affinché si attivino subito anche per un incremento delle risorse umane. Questura e specialità – continua Pulli – sono ridotte all’osso. Il Sap – conclude – esprime solidarietà al collega e gli augura una pronta guarigione”.

Nel frattempo Aeroporti di Puglia fa sapere che l’operatività dello scalo non è mai stata sospesa e che tutti i voli programmati sono atterrati e decollati come da operativo previsto.

 

BrindisiOggi

 

ITS LOGISTICA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*