Piano di pre dissesto Pd: “Obbligo morale e politico”

BRINDISI – Riceviamo  e pubblichiamo la nota del Pd sul pre dissesto di Brindisi. “La particolare gravità della condizione del bilancio comunale era conosciuta, in linea generale, da tutti i gruppi politici che hanno partecipato alla competizione elettorale del 2018 ed è stata ed è al centro del dibattito politico quotidiano. In questo quadro, il Partito Democratico e tutti partiti e i movimenti di centrosinistra che sostengono l’esperienza di buongoverno del sindaco Riccardo Rossi al Comune di Brindisi, sin dal primo giorno e con grande responsabilità, sono stati al fianco della Giunta e di tutto il Consiglio Comunale chiamato a fare scelte gravose e allo stesso tempo importanti per il futuro delle finanze dell’ente locale. Il piano pluriennale di riequilibrio finanziario è una di quelle sfide che ci siamo posti come prioritaria, e che porteremo a compimento, consapevoli della complessità e della incisività di certe decisioni sulla vita quotidiana di tutti noi. Come ampiamente sostenuto dal Sindaco in conferenza stampa, gli sforzi compiuti nelle scelte fatte sono andati verso una profonda razionalizzazione della spesa corrente, che negli scorsi anni è cresciuta a dismisura senza il miglioramento dei servizi erogati, che alle volte sono addirittura peggiorati, tenendo al centro dell’obiettivo lo spreco di risorse pubbliche. A fronte di una massa debitoria di decine di milioni di euro accumulata negli ultimi venti anni e del rischio di soccombenza in giudizio a causa di richieste di risarcimento danni consistenti, potenzialmente, in più di cento milioni di euro, tutti i componenti di questa maggioranza, in maniera responsabile, hanno perseguito il risanamento dei conti mettendo da parte quella convenienza politica che, seppur legittima, ha pesantemente condizionato le scelte del passato. Di questa “miopia gestionale” tutte le forze politiche e i relativi rappresentanti, che hanno governato il Comune di Brindisi nell’ultimo ventennio, devono assumersi le proprie responsabilità e il Partito Democratico si sta facendo carico, senza esitazione, di questo obbligo morale e politico con la città. Purtroppo questo senso di responsabilità non ha ispirato tutti e, in queste settimane, la disinformazione dettata da becera speculazione ha causato preoccupazione e disorientamento tra i cittadini. Il riferimento è alla notizia infondata della chiusura degli asili nido o della riduzione del servizio di integrazione scolastica che invece non subirà nessun ridimensionamento o, ancora, al ventilato taglio dei fondi destinati ad una realtà consolidata come l’università. Appositi approfondimenti e valutazioni sono state dedicate anche, per esempio, alla tassa per l’occupazione di spazi e aree pubbliche (Tosap) destinata ai dehors o ai ticket per l’utilizzo di palestre e impianti sportivi comunali e, a fronte di riscontri indubbiamente positivi, si è stabilito di confermare le tariffe calmierate dello scorso anno.
Il lavoro compiuto dall’Amministrazione Comunale in questi ultimi mesi, però, deve proseguire con fermezza e determinazione mediante un costante monitoraggio delle diverse criticità, in quanto la “messa in sicurezza” dei conti comunali necessita di un ulteriore sforzo che dovrà portare al consolidamento delle entrate, con la costante lotta all’evasione dei tributi locali, abbinata ad una profonda riorganizzazione della spesa corrente che dovrà tenere conto dell’efficacia e dell’efficienza di tutti i servizi erogati.
Su questo fronte, nel prossimo futuro, sarà fondamentale la collaborazione dei sindacati e delle associazioni di categoria per avere la più ampia condivisione di una fase importante per il futuro della città.
In questo momento emergenziale, contingentato in soli tre mesi, ovvero dall’approvazione della delibera sul piano di riequilibrio di fine settembre, possiamo ritenerci sereni sulla portata degli interventi e sulla serietà delle azioni messe in campo dall’Amministrazione Comunale. Siamo fiduciosi che, con il tempo necessario, il coraggioso percorso intrapreso porterà alla stabilizzazione delle finanze comunali con chiari vantaggi per tutti i cittadini brindisini”.

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*