Porto, Cannalire: “Vigileremo affinchè sia concretizzato l’atto approvato”, ma il problema politico resta

BRINDISI – Torna sul tema porto il segretario cittadino del Pd Francesco Cannalire, alla luce degli attacchi dell’opposizione, ma anche dopo le obiezioni e perplessità espresse dallo stesso assessore all’Urbanistica Dino Borri.
  “Il Consiglio Comunale si è espresso chiaramente con un voto unanime su quello che deve essere lo sviluppo del porto e il percorso da intraprendere – afferma Cannalire – Questo sforzo ha portato alla rinuncia da parte dei vari partiti e dei gruppi consiliari di istanze singole a favore della condivisione di interessi generali per il bene comune.
Tutte le posizioni personali differenti dall’atto di indirizzo consiliare devono essere rispettate, cosi come deve essere necessariamente rispettata la volontà espressa dall’intero Consiglio Comunale che è l’unica assemblea deputata a decidere per il futuro di Brindisi. È azzardata nonché pregiudizievole l’ipotesi che l’ordine del giorno possa essere viziato da cavilli che porteranno a mettere in discussione gli intendimenti raggiunti da maggioranza e minoranza: sarebbe come contravvenire ad un preciso indirizzo politico unanime.”
Ovviamente con Borri contro alle opere approvate dalla maggioranza l’amministrazione Rossi ha un chiaro problema politico. Rossi al momento non interviene, e l’assessore resta al suo posto.
“Il Partito Democratico di Brindisi, per questo – conclude Cannalire – vigilerà attentamente affinché, già con l’auspicato cronoprogramma che dovranno stilare Amministrazione e Authority, si possa dare immediato impulso a quanto stabilito con il documento di indirizzo politico approvato in consiglio”.

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*