Pre dissesto, Pd in soccorso del sindaco: “Scelta lungimirante, il centrodestra specula e non fa proposte”

BRINDISI – Il primo partito di maggioranza va in soccorso del sindaco Rossi dopo l’annuncio del pre dissesto. Il Pd parla di scelta coraggiosa e lungimirante. “Il piano di riequilibrio pluriennale che l’amministrazione comunale intende attivare è sicuramente una scelta lungimirante e di grande valenza politica e morale – si legge in una nota dei democratici di Brindisi – poiché si fa carico di responsabilità frutto di una cattiva gestione del passato. La seria situazione delle finanze comunali era da tempo nota a tutti, anche a coloro i quali hanno rivestito, negli scorsi anni, importanti ruoli in giunta e in consiglio comunale ed oggi tentano di mistificare realtà e responsabilità dai banchi dell’opposizione. È dal 2011 che i margini di manovra nella redazione di un bilancio comunale si sono ristretti e le regole sono diventate ogni anno sempre più stringenti. Proprio per questo la scelta dell’amministrazione comunale del sindaco Riccardo Rossi riveste una doppia importanza: infatti avrà la possibilità di revisionare a fondo il bilancio comunale, partendo dalla cancellazione di poste incomprensibili inserite negli anni passati solo per far quadrare i conti e si potrà redigere, finalmente, un bilancio puntuale e pluriennale mediante, anche, una vera razionalizzazione della spesa e, a differenza di quello che sostiene falsamente qualcuno, senza alcun aumento dell’imposizione fiscale ai cittadini”.  Un Pd aveva già governato in passato con Consales ed ora lo fa con Rossi.
“Questa amministrazione comunale di centrosinistra, quindi – aggiunge – con il coraggio delle proprie scelte, andando oltre la convenienza politica, riconsegnerà alla città una sostenibilità finanziaria su cui costruire il proprio futuro. La sfida sarà impegnativa, da far tremare i polsi, ma il tempo e il lavoro serio di tutti permetteranno di ristrutturare definitivamente le precarie finanze comunali. Infine, vogliamo rassicurare i consiglieri comunali di centrodestra e in particolare di Forza Italia che in queste ore, confondendo volutamente una opportuna apertura del Sindaco alle proposte delle forze politiche, azzardano e inventano possibili “inciuci” sulla questione bilancio. Ricordando loro che i latini spiegavano certe uscite scomposte e infondate con la locuzione “excusatio non petita accusatio manifesta”, vogliamo essere più chiari dei nostri avi: non abbiamo bisogno di chi, ancora con toni da campagna elettorale, non intende contribuire con idee e proposte alla soluzione di un problema che interessa tutti i brindisini ma vuole solo speculare, per fini personali, su una vicenda importante che riguarda il futuro della città, lavandosene le mani. Il Partito Democratico con serietà, come tutta l’amministrazione comunale di Brindisi, è pronto ad assumersi le proprie responsabilità tenendo ben chiaro il percorso da intraprendere per permettere un vero e definitivo risanamento finanziario del comune”.

Non Solo Pane

1 Commento

  1. Se il PD, come è certo, ha la forte volontà di contribuire al superamento del pre dissesto finanziario dell’Ente, abbandoni le sterili polemiche con le forze di opposizione e accantoni per il momento il sostegno alla scelta ipotizzata del riequilibrio pluriennale pensata dall’Amministrazione. Il PD ha l’onere di gestire il Comune, con le forze di maggioranza e non anche con le opposizioni atteso che vi sono possibili margini di intervento onde evitare procedure amministrative traumatiche per i cittadini. Doveroso ed urgente appare una seria ristrutturazione di assestamento del bilancio che, senza lacrime e sangue, riporti dati attendibili delle entrate con particolare riferimento ai residui attivi e alla evasione di imposte e delle uscite che conseguono ai residui passivi e debiti fuori bilancio, fermo restando l’avvio di eventuali responsabilità amministrative cadenti sull’apparato burocratico dell’Ente.
    Brindisi, 20/09/2019 Franco Leoci

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*